Attorno la Val dei Sass (Piancavallo)

8 giugno, giornata veramente calda. Sono in Piancavallo verso le 9:30 e già non so se tornare indietro o meno. Ma ormai sono qui e un giretto senza una meta predefinita decido di farmelo comunque. Lascio la macchina alla partenza della seggiovia del Tremol e mi dirigo a casera Capovilla dove comincio a risalire il sentiero CAI 924. Come al solito lascio stare i bolli bianco/rossi e taglio su dritto senza prestare alcuna attenzione alla traccia fin quando non esco dal bosco, poi eccomi all’inizio della val Sughet. Non mi sembra nemmeno d’aver camminato, la giornata comincia a girare.

Val Sughet

Val Sughet

Crochi

Crochi

Cimon dei Furlani

Cimon dei Furlani

Guardo il Cimon dei Furlani e lo lascio perdere, sono curioso di vedere se il sentiero Gerometta (993) ha subito danni dalla grossa valanga scesa questo inverno e che ha piegato un pilone della seggiovia. Così mi avvio verso sinistra con passo veloce.

Il Gerometta sotto al Tremol

Il Gerometta sotto al Tremol

Il sentiero non ha subito alcun danno, la neve è quasi scomparsa tranne che su una buca, poi quando arrivo all’altezza della baita Arneri non scendo, ma taglio fuori traccia per raggiungere la mulattiera che porta in val dei Sass. Raggiunta salgo ancora più spedito e arrivo all’attacco dell’Alta Via dei Rondoi.

Sopravvissuto alla valanga

Sopravvissuto alla valanga

La mulattiera che porta in val dei Sass

La mulattiera che porta in val dei Sass

Madonnina

Madonnina

Val dei Sass

Val dei Sass

Inizio dell'Alta Via n° 6

Inizio dell’Alta Via n° 6

Arrivo in cima al Tremol e mi gusto il panorama verso il Cimon del Cavallo. Tre puntini mi rubano l’attenzione, qualcuno è salito sulla sua vetta. Siccome è presto mi dirigo verso il Colombera. Passo forcella Tremol e poi su per i pendii erbosi della seconda cima. Qui un piccolo nevaio che a breve sparirà mi riporta a fare un attimo di più attenzione, ma il tratto è breve. Poi su ancora seguendo i bolli rossi fino sulla sommità a quota 2066 metri slm.

Genziane

Genziane

Vulneraria

Vulneraria

Sulla cresta che porta al Tremol

Sulla cresta che porta al Tremol

Tremol, 2006 metri slm. Sullo sfondo cima Manera e Cimon dei Furlani

Tremol, 2006 metri slm. Sullo sfondo cima Manera e Cimon dei Furlani

Forcella Tremol e il Colombera

Forcella Tremol e il Colombera

Dal Colombera, vista verso il Col Cornier

Dal Colombera, vista verso il Col Cornier

Civetta

Civetta

Il sole “picchia” e il vento è quasi assente. Fa caldo. Decido di scendere a forcella La Palantina Alta. Anche qui un minimo di attenzione sull’unico passaggio dove è meglio usare le mani e poi nuovamente sull’erba per una traccia che si vede appena fino al Cristo. In fondo il Civetta e il gruppo del Tamer-San Sebastiano mi rubano l’attenzione anche se la foschia ne falsa la bellezza.

Scendendo verso forcella La Palantina Alta

Scendendo verso forcella La Palantina Alta

Breve passaggio dove fare attenzione

Breve passaggio dove fare attenzione

Forcella La Palantina Alta

Forcella La Palantina Alta

Decido di proseguire per le crestine del monte Forcella. Mi tengo proprio sulla parte accuminata visto che una traccia non c’è. Semplici e belle, faccio per la prima volta questo tragitto gustandomelo tutto. Peccato che sia breve.

Sulle creste del monte Forcella

Sulle creste del monte Forcella

Casera Palantina

Casera Palantina

Passato il Forcella scendo fino al “belvedere”, dove anche il Pelmo fa la sua comparsa. Maestoso come sempre. Ma il sole mangia le ore e decido di rientrare, non prima d’aver salito anche lo Zuc Torondo per chiudere un giretto che comprenda tutte le cime che si affacciano sulla val dei Sass.

Il Belvedere e la piana del Cansiglio

Il Belvedere e la piana del Cansiglio

Il Pelmo

Il Pelmo

Escursionisti

Escursionisti

Una volta salito anche lo Zuc, la discesa la faccio velocemente per le piste da sci che in meno di un’ora mi riportano alla macchina fra splendide fioriture.

Zuc Torondo

Zuc Torondo

Carsismo

Carsismo

Farferugine

Farferugine

Tornando verso l'auto

Tornando verso l’auto

Genzianelle

Genzianelle

Bella escursione, cominciata senza grosse pretese e finita con un giro molto appagante. A parte il caldo, giornata veramente positiva!

About these ads

Una risposta a “Attorno la Val dei Sass (Piancavallo)

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...