Casasola – casera Salinchieit – Poffabro

Altra uscita, giovedì, ma questa volta con il “Signor Tabacco”: Stefano. Andare con lui è sempre un piacere, soprattutto per la simpatia, ma anche per la grandissima conoscenza che ha dei sentieri, delle vie e delle montagne della sinistra Piave. In pratica si gira con una mappa Tabacco con le gambe e che fa battute a raffica.

L’uscita parte dall’abitato di Casasola (426 metri slm), che non avevo mai visto. Una splendida borgata, tenuta e curata veramente bene. Dopo un paio di foto, attraversiamo la piccola piazza e ci dirigiamo a sinistra in cerca dell’inizio del sentiero CAI 973.

La piazza di Casasola

La piazza di Casasola

Casasola

Casasola e il Monte Raut

Targa sul campanile

Targa sul campanile

Appena usciti dall’abitato troviamo un incrocio con le tabelle, che attraverso una traccia in mezzo a un campo ci introducono al sentiero. Poco dopo la traccia si fa evidentissima e la pendenza aumenta costantemente. Si prosegue sempre a fianco del Rugo del Moltrin che teniamo alla nostra destra. Man mano che si sale la valle si stringe e le pareti si ergono sempre più belle. Cinque camosci ci guardano dall’alto e in un baleno spariscono. La traccia si inerpica con sempre più foga, ma la vista fa sentire meno la fatica. Peccato che un po’ di foschia non faccia vedere pienamente la pianura.

Capitello lungo il sentiero

Capitello lungo il sentiero

Stefano lungo il sentiero CAI 973

Stefano lungo il sentiero CAI 973

Vista sulla pianura

Vista sulla pianura

Mr Tabacco

Mr Tabacco

Sentiero CAI 973. La pendenza si fa sempre più sentire.

Sentiero CAI 973. La pendenza si fa sempre più sentire.

In circa un’ora e mezza siamo alla sella del Moltrin. Attimo di pausa. Qualche nuvola comincia a “rompere” la nostra escursione. La mezza intenzione di salire il monte Rodolino viene meno, ma con la promessa di tornarci dal versante ovest dove Stefano mi spiega che c’è anche un piccolo e facile passaggio di qualche metro su roccia da fare (e mica per nulla l’abbiamo soprannominato Mr Tabacco). Proseguiamo in cresta, chiamata i Tubers (immagino per la vista che si ha da Poffabro verso questa montagna), e in poco siamo in forcella Salinchieit, quota 1459 metri slm. Da qui si può ammirare il lago di Selva e la sua diga. L’invaso fa affiorare il vecchio abitato sommerso. Subito dietro il monte Buttignan e il monte Corda sovrastano lo specchio d’acqua.

Vista sul lago di Selva

Vista sul lago di Selva

La cresta de "I Tubers"

La cresta de “I Tubers”

stefano ed io in forcella Salinchieit

Stefano ed io in forcella Salinchieit

Lago di Redona

Lago di Redona

Dalla forcella, deciso di non salire verso la cima a ovest, decidiamo di scendere fino a casera Salinchet, sempre attraverso il 973. Da prima saliamo di quota fino ai 1500 metri slm circa, e poi per saliscendi in mezzo ai mughi e fra canali detritici ma con una flora incredibile, raggiungiamo la bella casera tenuta in modo perfetto dal CAI di San Vito. Peccato solo che non si sia rimessa a posto anche la stalla, che presenta ancora la vecchia pavimentazione e si possono ancora vedere i canali di scolo definiti da vecchie travi di legno. Ma già così va benissimo.

Verso casera Salinchieit

Verso casera Salinchieit

Ci fermiamo meno di un’oretta. Con Stefano il tempo vola sempre. Siamo tutta una battuta dietro l’altra. Si mangia. Poi manca il caffè ma non la grappa. Va ugualmente bene.

Casera Salinchieit

Casera Salinchieit

Interno della casera

Interno della casera

Grappino!!!

Grappino!!!

Ruderi della stalla a fianco della casera

Ruderi della stalla a fianco della casera

Ci rimettiamo in marcia e riprendiamo la strada al contrario. Arrivati nuovamente in forcella decidiamo di fare un giro ad anello e di scendere tramite il sentiero CAI 973a, che scende a Poffabro. Se prima della forcella eravamo in mezzo al bosco, di colpo ci ritroviamo in mezzo a pareti scoscese ma verdi. In compenso il sentiero è di pura roccia. Scendiamo velocissimamente di quota, fra pinnacoli stupendi. Arrivati a quota 700 torniamo all’interno di un bosco, proprio mentre esce il sole.

Inizio del sentiero CAI 973a da forcella Salinchieit

Inizio del sentiero CAI 973a da forcella Salinchieit

Si scende

Si scende

Genziana

Genziana

Stefano lungo il sentiero di discesa

Stefano lungo il sentiero di discesa

Pinnacoli

Pinnacoli

Sentiero CAI 973a

Sentiero CAI 973a

"I Tubers" visti dal basso

“I Tubers” visto dal basso

La discesa è veloce anche se le ginocchia urlano. Finalmente siamo a Poffabro e già sogniamo una birra fresca… sogno interrotto: il bar e chiuso. Chiediamo a un gentilissimo ragazzo il modo per tornare a Casasola saltando la strada asfaltata. Ci indica un sentiero. Appena usciti da magnifico borgo lo troviamo sulla nostra sinistra, perfettamente segnalato dai classici bolli bianco/rossi. Attraversato il torrente ci troviamo nella piccolissima frazione di Lunghet, saliamo, incrociamo nuovamente la strada asfaltata e saliamo per una vecchia gradinata. E rieccoci alla macchina con “l’oca guardiana” che ci saluta.

Quasi a Poffabbro

Quasi a Poffabro

Ponticello che immette nella parte alta del borgo

Ponticello che immette nella parte alta del borgo

Piazza di Poffabbro

Piazza di Poffabro

Poffabbro (particolare)

Poffabro (particolare)

Sentiero verso Casasola

Sentiero verso Casasola

Chiesetta di Lunghet

Chiesetta di Lunghet

Ultima salita attraverso antichi gradini che portano a Casasola

Ultima salita attraverso antichi gradini che portano a Casasola

Bel dislivello affrontato. Bel passo tenuto. Splendida escursione nelle nostre selvagge montagne. Grazie Stefano per avermi portato qui.

Mappa dell'escursione

Mappa dell’escursione

Annunci

2 risposte a “Casasola – casera Salinchieit – Poffabro

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

  2. Pingback: Escursione su “i Tubers” sopra Poffabro | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...