Da casera Mela alle cime Centenere

Ultimo giorno di ferie. Le previsioni meteo non sono delle migliori, quindi assieme a Tullia e Stefano si decide per un’escursione che ci dia la possibilità di dividere il percorso in tappe per un rientro abbastanza veloce in base all’avanzare del fronte temporalesco che dovrebbe arrivare. La scelta ricade quindi sulla val Zemola e alle 8 di mattina siamo pronti a partire da casera Mela per arrivare alle cime Centenere.

Partenza dal parcheggio di casera Mela

Partenza dal parcheggio di casera Mela

Imbocchiamo subito il sentiero CAI 374 che sale dritto al rifugio Maniago, prima su una parte di strada bianca,  poi in mezzo il bosco, acquistando man mano sempre maggiore pendenza, ma senza mai risultare difficile o troppo faticoso. La giornata è fresca e questo ci aiuta non poco. Dopo un’ora e mezza ecco apparire il rifugio. Un caffè veloce e ci rimettiamo subito in marcia.

Sentiero CAI 374

Sentiero CAI 374

Rifugio Maniago

Rifugio Maniago

L’imponente e magnifico Duranno ci sovrasta e fra i mughi saliamo verso la sua forcella. Ammiriamo la sua bellezza. Un tratto di sentiero è franato, ma nulla di preoccupante. Di colpo i piccoli pini spariscono, il sentiero quasi sparisce e i bolli ci guidano in una valle fra sfasciumi e un breve passaggio di primo grado. Ci accorgiamo di essere osservati. Una decina di stambecchi ci guardano dall’alto. Proseguiamo e dopo alcuni passi eccone uno proprio di fronte a noi a pochi metri. Non è per nulla intimorito. Evidentemente questi stupendi animali si sono abituati alla costante presenza dell’uomo.

Forcella Duranno e i suoi abitanti

Forcella Duranno e i suoi abitanti

Stambecco

Stambecco

Continuiamo sempre fra rocce e stambecchi. Nemmeno ci accorgiamo che siamo già alla forcella. Da qui deviamo alla nostra destra per una flebile traccia e sul pendio erboso. In pochissimo siamo sulle cime Centenere. Il tempo è volato, nemmeno ci siamo accorti della salita. Quanto parliamo!

Stambecco a forcella Duranno

Stambecco a forcella Duranno

Stambecchi "anziani"

Stambecchi “anziani”

Verso le cime Centenere

Verso le cime Centenere

Cime Centenere, 2240 metri slm

Cime Centenere, 2240 metri slm

Ci godiamo la cima per un bel po’, mentre ammiriamo il panorama, discutiamo sulle salite per il Duranno e per i Preti. Anche da qui si possono vedere benissimo le Dolomiti bellunesi. Il cielo terso e solo qualche nuvola distante copre qualche cima.

Duranno dalle cime Centenere

Duranno dalle cime Centenere

Cima Fortezza

Cima Fortezza

Dolomiti bellunesi dalle cime Centenere

Dolomiti bellunesi dalle cime Centenere

Cima Frati e cima Preti

Cima Frati e cima Preti

Dopo esserci goduti il sole, decidiamo di scendere nuovamente al Maniago. In forcella incontriamo Gianluca, un amico, e scendiamo assieme sempre con gli stambecchi lì vicino. Sotto vediamo Lerri e Roberto, altri due miei amici, che non se l’erano sentita di salire e stavano tornando indietro. Arrivati al rifugio ci salutiamo. Pausa pranzo con birra e un’ottima pasta aglio olio e peperoncino. Poi un caffè e via di nuovo.

Stefano in discesa sul tratto di 1° grado

Stefano in discesa sul tratto di 1° grado

Tullia e Gian

Tullia e Gianluca

Stambecchi durante il rientro verso rifugio Maniago

Stambecchi durante il rientro verso rifugio Maniago

Prendiamo ora il sentiero CAI 381. Bellissimo. Fra sali scendi ritroviamo Gianluca assieme alla compagnia di amici. Ci fanno passare e di buon passo passiamo vicino al colatoio da dov’ero sbucato dopo aver fatto il sentiero Zandonella un paio di mesi fa. Una foto ricordo veloce e riprendiamo la via verso casera Bedin, che raggiungiamo senza quasi accorgerci. Altra pausa e qualche foto.

Casera Bedin

Casera Bedin

Magnifica Stella Alpina

Magnifica Stella Alpina

Ripartiti, in breve usciamo dal sentiero e ci immettiamo nella strada bianca che con qualche tornante e lunghi tratti in discesa, passando vicino alla vecchia teleferica dismessa della cava, ci riporta alla macchina.

Verso la macchina, il giro della Spalla del Duranno, il Duranno, cime Centenere e cima Fortezza

Verso la macchina, il giro della Spalla del Duranno, il Duranno, cime Centenere e cima Fortezza

Alla fine un bel giro, dove abbiamo camminato per quasi otto ore senza nemmeno accorgercene (anche per l’ottima compagnia), in una valle fantastica e ammirando cime già viste ma che non smettono mai di affascinare.

Advertisements

Una risposta a “Da casera Mela alle cime Centenere

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...