Da Piancavallo a Cima Manera

Domenica, giornata uggiosa ma non piove, anche se le nuvole non promettono nulla di buono. Destinazione Piancavallo assieme a Evelyn per poi decidere cosa fare. Le idee sono un po’ confuse, si doveva andare ad arrampicare, quindi non c’eravamo programmati nulla. Parcheggiata l’auto al palazzetto del ghiaccio decidiamo comunque di cominciare la salita sul sentiero CAI 924 per poi scegliere dove andare durante il tragitto.

Piancavallo e le nuvole sotto di noi

Piancavallo e le nuvole sotto di noi

Sentiero CAI 924

Sentiero CAI 924

Lungo la salita le idee che mi vengono in mente sono il Col Cornier, il Tremol, La Palantina e Cima Manera (o Cimon del Cavallo). Andando per esclusione e lasciando le prime due cime per un’invernale, si decide per la famosa Manera anche perché l’amica non l’ha mai salita e così possiamo fare qualche facile passaggio su roccia visto che abbiamo saltato l’idea d’andare a fare due tiri con la corda. Mentre ne discutiamo in pochissimo ci ritroviamo all’inizio della Val Sughet. Le nuvole a valle cominciano a salire mentre quelle a monte non hanno nessuna intenzione di spostarsi.

Inizio della val Sughet

Inizio della val Sughet

Saliamo veloci nella valle, teniamo un passo molto sostenuto, uno sky runner che incontriamo non riesce a staccarci facilmente. Ci fermiamo un attimo a riposare dove c’è l’attacco per la salita alla cima che passa vicino a forcella dei Furlani. Dopo la sosta la lasciamo perdere e continuiamo fino a forcella Palantina. Intanto ci immergiamo nelle nuvole e il vento cresce forte. Freddo. Aggiungiamo una maglia.

Val Sughet con il Tremol e il Colombera

Val Sughet con il Tremol e il Colombera

Forcella Palantina

Forcella Palantina

Dalla forcella deviamo a destra. Un po’ di cresta, il solito passaggio esposto, le facili ma simpatiche paretine da arrampicare, il semplice sentiero attrezzato ed eccoci sulla cima. Salita divertente, come sempre. Qualche foto di rito, un paio di frasi sul libro di vetta e nessuna intenzione di fermarci causa il meteo. Decidiamo di scendere subito, ma per la via di salita che arriva vicino a forcella dei Furlani.

Le paretine di salita

Le paretine di salita

Passaggio esposto

Passaggio esposto

Cima Manera

Cima Manera

La Madonnina posta sulla cima

La Madonnina posta sulla cima

Due frasi sul libro di vetta

Due frasi sul libro di vetta

Autoscatto su cima Manera, 2251 metri slm

Autoscatto su cima Manera, 2251 metri slm

Appena cominciamo la discesa comincia una leggera pioggerellina che rende tutto infidamente scivoloso. Dobbiamo prestare la massima attenzione e questo ci rallenta un po’. Troviamo le attrezzature che sicuramente non avremmo usato se fosse stato asciutto, ma questa volta sono un manna averle lì e ci aiutano non poco nella discesa, soprattutto nella sicurezza.

Attrezzature lungo la discesa

Attrezzature lungo la discesa

Tornati al punto dove avevamo fatto la sosta durante la salita, comincia a piovere più copiosamente. Incrociamo dei ragazzi che salgono e scambiamo due parole e poi via giù veloci dal sentiero che avevamo percorso in precedenza. Quando usciamo dalla val Sughet la pioggia ci regala un attimo di tregua, per poi ricominciare appena rientriamo nel bosco. Ma ormai i problemi di scivolare si allontanano e possiamo (come sempre su questo tratto) tagliare la traccia e arrivare alla macchina in breve tempo.

Rientro nella val Sughet sotto la pioggia

Rientro nella val Sughet sotto la pioggia

Una bella mattinata, un’escursione veloce di quattro orette, un migliaio di metri di dislivello in una salita sempre divertente (l’anno scorso non avrei usato questo aggettivo, che forse sarebbe stato “tosta”). Peccato la pioggia, ma la montagna è anche questo e la si ama anche se si torna a casa bagnati, perché ti regala sempre molto.

Annunci

4 risposte a “Da Piancavallo a Cima Manera

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

  2. Pingback: Cima Manera (invernale) | RITORNO ALLE ORIGINI·

  3. Pingback: Cima Manera, ripetizione del 17 luglio 2014 – foto | RITORNO ALLE ORIGINI·

  4. Pingback: Cima Manera, qualche foto | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...