Via ferrata Sass Brusai

Rieccomi sulla Sass Brusai, ma questa volta non da solo. Tullia, Toni, Giovanni e Roberto oggi sono con me. Per Robi tra le altre cose è la prima ferrata della sua vita. Arriviamo in val San Liberale verso le 9 di mattina ed è pieno di gente. Una giornata veramente diversa da quella vissuta l’anno scorso. Ma è domenica e si sta concludendo un ponte, era prevedibile. Comunque messi in spalla gli zaini cominciamo la salita per avvicinarci all’attacco della ferrata.

Nonno Berto alla partenza

Nonno Berto alla partenza

Magnifici scorci durante la salita

Magnifici scorci durante la salita

La salita è bella, in un bosco fitto ma suggestivo, da prima lungo una carrareccia che si trasforma in mulattiera e infine in sentiero. Il tutto ottimamente segnalato da tabelle e bolli. La salita del sentiero nel bosco è bella ripida, ma il caldo non è eccessivo per nostra fortuna. Fra strette svolte guadagniamo dopo un’ora e un quarto l’inizio della via ferrata.

Mulattiera di guerra

Mulattiera di guerra

Ottime segnalazioni

Ottime segnalazioni

Ha inizio il sentiero nel bosco

Ha inizio il sentiero nel bosco

Bosco magnifico, ma anche una bella pendenza per salire!

Bosco magnifico, ma anche una bella pendenza per salire!

Quasi all'attacco della ferrata

Quasi all’attacco della ferrata

Ultimi tratti di sentiero

Ultimi tratti di sentiero

Panorama favoloso all'attacco della ferrata

Panorama favoloso all’attacco della ferrata

L’anno scorso l’avevo fatta dopo una bella botta a un ginocchio che mi aveva tenuto fermo per un paio di settimane, oggi invece sono in perfetta forma. Messi caschi e imbraghi, sale da primo Giovanni, poi Tullia e Roberto. Io dietro al novizio e infine Toni. La prima parete fa subito capire a Roberto l’importanza di fare molta attenzione e nel caso di aiutarsi con il cavo e soprattutto di passare i moschettoni. Andare in ambiente è tutta un’altra cosa e lo capisce immediatamente, ma a parte le logiche e giuste titubanze iniziali, sembra che anche lui si diverta.

I primi passi di Roberto in ferrata

I primi passi di Roberto in ferrata

Toni all'attacco dellla Sass Brusai

Toni all’attacco dellla Sass Brusai

Io comincio con l’arrampicarmela tutta. Sono senza kit da ferrata perché lasciato all’amico che mi precede, sono semplicemente legato con moschettone e cordino, anche se so che non servirebbe a molto. Non fatelo, è da idioti. Ma oggi ho il giusto feeling. Passo bene la prima parete, con calma. Il “lavoro” invernale è servito a qualche cosa per fortuna.

Robi in uscita dalla prima paretina

Robi in uscita dalla prima paretina

Passata la prima parte più dura la ferrata è un susseguirsi di paretine, gradoni e crestine più o meno facili ma che non hanno mai grosse difficoltà. A volte un po’ di esposizione, ma nulla di eccessivo, il tutto interrotto da pezzi di sentiero che fanno diventare la ferrata discontinua. Ma per la prima di stagione va benissimo così.

DSCN5321

Via ferrata Sass Brusai

Via ferrata Sass Brusai

Le pareti più semplici ma sempre divertenti

Le pareti più semplici ma sempre divertenti

Giovanni che ci aspetta

Giovanni che ci aspetta

Sulle crestine della ferrata

Sulle crestine della ferrata

Raggiungiamo la sella del Candidato, poi un’altra bella parete quasi verticale impegna più di quelle appena fatte. Altro tratto di sentiero e poi un altro passaggio molto bello ma dove bisogna essere concentrati e dove si ripresenta una bella esposizione: uno spigolo di una decina di metri. Ricordo che l’anno precedente mi ero aiutato con il cavo, ma questa volta non ci penso nemmeno. Quando sono proprio sullo spigolo trovo due maniglioni sopra di me, quasi all’uscita. Mi tengo forte e salgo con i piedi di forza. La roccia è umida e gli scarponi scivolano via, mentre Roberto (che ora mi segue) e Toni mi dicono di fare attenzione dopo avermi osservato con un po’ di timore. Io invece non mi preoccupo più di tanto e in aderenza (grazie Nicola per le lezioni in falesia!) vado su con relativa facilità.

Sella del Candidato

Sella del Candidato

La bella e non banale parete dopo la sella del Candidato

La bella e non banale parete dopo la sella del Candidato

Via ferrata Sass Brusai

Via ferrata Sass Brusai

Il bellissimo spigolo

Il bellissimo spigolo

Un traverso, altre due paretine facili facili, una crestina ed eccoci al ponte. Anche qui per salirci sopra bisogna salire qualche metro su un’altra bella parete appigliata. Passiamo tutti senza problemi. Manca poco. Sotto di noi una vecchia mulattiera di guerra.

Toni

Toni

Giovanni sul ponte sospeso

Giovanni sul ponte sospeso

Passaggio aereo prima del ponte

Passaggio aereo prima del ponte

Una delle vecchie mulattiere di guerra che salgono il Boccaor

Una delle vecchie mulattiere di guerra che salgono il Boccaor

Passato il ponte, penultima parete e poi un salto orizzontale fra una spaccatura. Stanchezza fisica e mentale fanno arrestare Roberto che con un po’ di incitamento riesce a passare il punto critico. Scoprirà subito che era più facile di quello che pensava. Ed ecco l’ultima parete. Verticale, con pochi appigli non avendo le scarpette, se dovessi paragonarla a una via di roccia direi otto metri di III+. Me la ricordavo più difficile; molto più difficile. Poi con calma, spostandomi a destra per poi rientrare a sinistra, la salgo bene.

Jo sull'ultima parete

Jo sull’ultima parete

La fine della ferrata e il meraviglioso panorama verso la pianura veneta

La fine della ferrata e il meraviglioso panorama verso la pianura veneta

Così la ferrata Sass Brusai è finita e la targa ce lo ricorda. Ottima salita. Ci spostiamo sul versante Nord del Boccaor e passate le trincee della Grande Guerra ci fermiamo per la meritata pausa. Si ride e si scherza mentre ammiriamo il panorama e pensiamo a cosa c’era qui quasi 100 anni fa.

Mentre attendo il ritardatario!

Mentre attendo il ritardatario!

Magnifica vista dal Boccaor

Magnifica vista dal Boccaor

Trincee della Grande Guerra

Trincee della Grande Guerra

Finita la pausa prendiamo a scendere in direzione Ovest, seguendo le trincee. Anche qui il pensiero va sempre alla prima guerra mondiale, dimenticandoci della ferrata, fin quando non incontriamo il sentiero CAI 151 che con la sua discesa attraverso una mulattiera ci riporta alle auto. Questa volta però, invece di farla tutta come l’anno scorso, Tony trova in continuazione dei sentieri per tagliare questa antica strada usata dalle truppe, e così ci ritroviamo all’inizio della val San Liberale in un battibaleno! Eh, l’esperienza del vecchio volpone di Toni!!! Manca solo la meritata birra per concludere al top l’uscita.

Lungo le trincee

Lungo le trincee

Trincea

Trincea

Rientrando lungo una delle mulattiere di guerra

Rientrando lungo una delle mulattiere di guerra

Monte Boccaor

Monte Boccaor

Tagliando la mulattiera

Tagliando la mulattiera

Tagliando sempre la mulattiera, sentiero CAI 151

Tagliando sempre la mulattiera, sentiero CAI 151

Val San Liberale

Val San Liberale

Panini onti!!!

Panini onti!!!

La meritata birra

La meritata birra

Che dire, massima soddisfazione per essere riuscito ad arrampicare tutta la Sass Brusai e altrettanta felicità che agli altri sia piaciuta. Infine veramente contento che a Roberto sia piaciuta questa uscita e di avergli fatto conoscere il piacere di andare per ferrate. Insomma, giornata super!

Leggi anche l’uscita dell’anno scorso che trovi a questo link

Pubblicità

3 risposte a “Via ferrata Sass Brusai

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

  2. Vi ringrazio di queste bellissime documentazioni fotografiche e delle spiegazioni che le accompagnano, ho rivissuto momenti emozionanti del mio passato, ancora grazie.

  3. Pingback: Ritorno sulla ferrata “Sass Brusai” | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...