Da Piancavallo al Cimon dei Furlani

Una classica salita in Piancavallo per escursionisti esperti (ma anche no). Ero già salito qui, ma mai l’avevo fatta come singola cima senza neve, oppure l’avevo sempre combinata con la vicina Cima Manera. E così per recuperare, nel giro di pochi giorni, mi sono fatto due salite identiche se non che la prima effettuata da solo e la seconda in buona compagnia.

Stella Alpina

Stella Alpina

La partenza per salire il Cimon dei Furlani inizia da casera Capovilla. Da qui si passa per la vecchia cava che ora è una falesia praticamente inutilizzata e si sale, prima per bosco e poi per prati, con il sentiero CAI 924 fino all’inizio del meraviglioso anfiteatro naturale della Val Sughet.

Casera Capovilla

Casera Capovilla

La piccola falesia "Heidi", sopra la falesia della cava

La piccola falesia “Heidi”, sopra la falesia della cava

Sentiero CAI 924

Sentiero CAI 924

Cima Manera e Cimon dei Furlani

Cima Manera e Cimon dei Furlani

All'imbocco della val Sughet, l'ottima segnaletica indica la via

All’imbocco della val Sughet, l’ottima segnaletica indica la via

Dal crocefisso ligneo se devia a destra salendo subito il crestone della cima in questione e grazie all’Alta Via del Rondoi, con un sentiero a volte ripido e a volte un po’ esposto, si raggiunge la cima a quota 2183 metri slm.

Inizio dell'ampia cresta

Inizio dell’ampia cresta

Il crestone che porta alla cima

Il crestone che porta alla cima

Lago di Barcis

Lago di Barcis

Alta via del Rondoi, per alcuni impegnativa, per altri una camminata

Alta via del Rondoi, per alcuni impegnativa, per altri una camminata

Cimon dei Furlani, 2187 metri slm

Cimon dei Furlani, 2187 metri slm

La campana sulla cima

La campana sulla cima

Cimon dei Furlani, 2187 metri slm

Cimon dei Furlani, 2187 metri slm

Sulla cima lo spettacolo è magnifico, sia sulle altre cime del Gruppo del Cavallo che sul Raut e il Resettum, come sul lago di Santa Croce e (salendo) su quello Barcis. Inoltre si possono ammirare le creste che portano al Crep Nudo e la piana del Cansiglio. Voltandosi verso Sud, nelle giornate terse, si arriva a vedere la laguna di Trieste e di Venezia.

Vista verso le creste che dalla Caulana portano al Crep Nudo

Vista verso le creste che dalla Caulana portano al Crep Nudo

Rientrando verso l'auto, vista verso la pianura

Rientrando verso l’auto, vista verso la pianura

Sentiero CAI 924

Sentiero CAI 924

Da ammirare lungo l’escursione l’abbondante fioritura, che nel mese di Luglio da il meglio di se, con una varietà di piante che ha pochi eguali. Se poi si ha fortuna si potranno incontrare camosci e caprioli che corrono nelle valli vicine.

Vedovella

Vedovella

Camosci

Camosci

Rododendro

Rododendro

Stelle Alpine

Stelle Alpine

Giro consigliato.  La segnaletica è ottima e non è presente alcuna difficoltà tecnica, ma prestate attenzione sull’ampia cresta per via del terreno a volte infido, soprattutto se umido. Buona salita a tutti!

Annunci

Una risposta a “Da Piancavallo al Cimon dei Furlani

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...