Spigolo Verde – Cippo Comici (Val Rosandra)

Martedì primo Luglio. Finalmente si parte. Anche se le condizioni meteo non sono propriamente quelle che ci aspettavamo, siamo comunque in macchina verso la Val Rosandra sotto a grossi nuvoloni neri, ma speranzosi non ci fermiamo. Siamo Federica e io, e dopo un mese che ci dicevamo d’andare a fare la nostra prima via assieme ma senza qualcuno d’esperto che ci accompagnasse, eccoci qui.

Parcheggiata l’auto al Rifugio Premuda, che vanta d’essere quello posto più in basso in tutta Italia, cominciamo a camminare alla ricerca dell’attacco della via. Una signora con i suoi due cani ci da delle indicazioni più precise e così senza esitazioni camminiamo lungo i sentieri della valle.

Sentiero CAI numero 1 e la punta del Cippo Comici

Sentiero CAI numero 1 e la punta del Cippo Comici

In una trentina di minuti eccoci finalmente alla cavità sotto la parete. Cominciamo a prepararci. Casco, imbrago, mezze corde, rinvii, cordini e un po’ di ferraglia che naturalmente è fin troppo abbondante. Ma per noi novellini figurarsi se non ci prendiamo margine anche sulla sicurezza.

Cascata della Val Rosandra

Cascata della Val Rosandra

Preparati di tutto punto e messe le scarpette cominciano le danze. Apro io il primo tiro. Mi tengo un po’ a destra della piccola grotta e salgo con qualche dubbio cercando un appiglio che non si muova. Dove metto le mani sulle prime due rocce i massi dondolano come un dente da latte di un bimbo di sei anni pronto a staccarsi. Sbuffo, ma poi mi concentro un secondo e riesco a salire. Spit che aiuta mentalmente e dopo due metri protezione su una clessidra. Obbliquo a sinistra sopra la testa di Federica e la prima paretina di IV è fatta. Per un momento mi sembrava tutto così difficile, ma mi sblocco immediatamente e salgo poi tranquillo per il resto del primo tiro, tenendomi sullo spigolo e divertendomi su gradoni che non vanno oltre al III. Arrivo a ottimi spuntoni e preparo la sosta.  “Molla”! Recupero la corda. “Salgooo”… ora che scrivo sorrido, ma in quel momento la concentrazione era massima. La mia compagna di cordata mi raggiunge e mi chiede dove sono i chiodi di sosta. Ehm… nessun chiodo, sosta su spuntoni come da relazione. Mi guarda un po’ strano, pensava che fosse tutto chiodato. Continuiamo.

Lungo il primo tiro, vista verso la chiesetta della valle

Lungo il primo tiro, vista verso la chiesetta della valle

Il secondo tiro della relazione è una breve camminata, saliamo in conserva. Poi eccoci al terzo tiro. Ho sempre timore delle placche. Dico a Federica che sarebbe il suo tiro, anche perché lei al contrario mio su placca va che è una bomba, ma mi lascia andare avanti. Uso un chiodo arrugginito che sta lì da tempi immemori per mettere un falso rinvio causa uso del reverso e parto. Mi tengo a destra dello spit (dovevo tenermi a sinistra? Mah…) e passo la placca. Poi continuo in direzione del secondo spit, altra placchetta. Su per un intaglio e in uscita per rimontare lo spigolo ci metto un nut che ci sta proprio bene. Da qui alla sosta il passo è facile. “Molla!” – “Ok” – “Vieniii…” – “Salgooo”.

Selfie in sosta

Selfie in sosta

Federica alla fine del secondo tiro

Federica alla fine del secondo tiro

Quarto tiro, quarto grado. Il pilastro verticale. Vado. La parete mi sembra liscia. Sembra. Il passaggio è aereo e abbastanza esposto. Qui tre spit aiutano la progressione. Arrivato poco sotto al mettere il primo rinvio, lascio perdere la difficoltà e mi riconcentro sui piedi. La roccia è eccezionale e trovo tutto quello che non vedevo. Anzi, di più. Salgo bene senza esitazioni e addirittura, dopo il terzo spit, penso che una protezione sia pure di troppo. Poi la parete si appoggia un po’, salgo per una paretina sotto lo spigolo e dopo altri 40 metri eccomi all’ultima sosta. “Molla!” – “Ok” – “Vieniii…” – “Salgooo”.

Pronta per l'ultimo tiro

Pronta per l’ultimo tiro

Federica sale bene e mi raggiunge poco dopo. Manca l’ultimo tiro, quello più esposto. C’è da passare una selletta per portarsi alla destra dello spigolo e risalire una paretina di IV molto esposta. Ci sarebbe solo uno spit sulla suddetta parete, ma salendo integro un paio di protezioni che non mi dispiacciono affatto. Salgo bene, l’esposizione non mi crea problemi e la parete mi risulta più semplice di quello che pensavo. Esco su un terrazzone e non arrivo all’anello in alto ma faccio sicura grazie a un ottimo spuntone più in basso. “Molla!” – “Ok” – “Vieniii…” – “Salgooo”.

Ultimo tiro. Federica poco prima della selletta

Ultimo tiro. Federica poco prima della selletta

Arriva anche la Fede. Stretta di mano. Anche se la via era facile, l’appagamento è totale! La mia prima via da primo di cordata. La nostra prima via senza un istruttore o senza una persona decisamente con più esperienza di roccia. Super giornata! Rimesso via tutto saliamo l’ultimo tratto naturalmente slegati, fino alla targa e poi al Cippo Comici. Foto di rito e non, obbligatorie.

Foto alla targa sul Cippo Comici

Foto alla targa sul Cippo Comici

Relax

Relax

Cippo Comici

Cippo Comici

Prendiamo la via di discesa passando per la chiesetta di Santa Maria in Siaris e poi vicino all’antico acquedotto romano, fino alla macchina. E visto che siamo vicini al mare, come ricompensa calamari fritti e birra!!!

La selletta e la parete dell'ultimo tiro visti durante la discesa. Fanno più impressione da qui!

La selletta e la parete dell’ultimo tiro visti durante la discesa. Fanno più impressione da qui!

Si scende...

Si scende…

Chiesetta di Santa Maria di Siaris

Chiesetta di Santa Maria di Siaris

Acquedotto romano

Acquedotto romano

Rifugio Premuda

Rifugio Premuda

Un caffè dopo il meritato pranzo

Un caffè dopo il meritato pranzo

Per chi volesse, ecco il link per scaricare il PDF della relazione di salita dello Spigolo Verde che si può trovare sul sito di Quarto Grado, oppure direttamente all’interno del blog a questo link.

Advertisements

Una risposta a “Spigolo Verde – Cippo Comici (Val Rosandra)

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...