Da Piancavallo allo Zuc di Valliselle

Sono le sette del mattino e assieme a Ivan siamo già in Piancavallo per un’uscita tranquilla. Invece del solito giro delle malghe, la direzione che prendiamo è quella opposta, ovvero verso casera Val de Friz. Il sole sta nascendo e ci regala colori caldi magnifici mentre camminiamo lungo la strada chiusa al traffico che si affaccia sulla pianura.

Lungo la strada, nasce il sole

Lungo la strada, nasce il sole

I ripetitori della Candaglia

I ripetitori della Candaglia

Sotto di noi la leggera foschia sale piano, quasi a seguire i nostri passi. Passiamo casera Campo e la strada da asfaltata diventa prima cementata e poi sterrata. Una breve salita fra i tornanti sotto il Sauc e ancora lungo la costa fino alla costruzione della Val de Friz.

Nei pressi di casera Campo

Nei pressi di casera Campo

Verso casera Val de Friz

Verso casera Val de Friz

Casera Val de Friz

Casera Val de Friz

Lasciamo la strada per salire il sentiero CAI 984. Ma non passa molto che lo abbandoniamo, poco prima delle tabelle che indicano il bivio con il 991. Deviamo a sinistra, fuori traccia. Pochi salgono qui, su questo cimotto che dal basso sembra ricoperto di alberi, rimanendo quindi per i pochi conoscitori della zona, benché la sua salita non presenti alcuna difficoltà. Anche Ivan rimane sorpreso nel vedere che sulla sommità gli alberi non ci sono, stanno tutt’attorno coprendo la nostra meta, quasi a nasconderla e a proteggerla.

Lama nascosta poco sotto la cima fatta

Lama nascosta poco sotto la cima fatta

Sulla cima la vista è spettacolare sia verso la piana del Cansiglio, oggi con una coperta di nuvole, sia verso il gruppo del Cavallo, passando per le distanti Dolomiti. Pensando poi alla quota modesta (1632 metri slm) e alla posizione sembra quasi incredibile godere di certi panorami.

Nuvole su Tambre

Nuvole su Tambre

Dallo Zuc di Valliselle, vista verso il gruppo del Cavallo

Dallo Zuc di Valliselle, vista verso il gruppo del Cavallo

Bianco e nero verso il Cansiglio

Bianco e nero verso il Cansiglio

Non rimaniamo sullo Zuc di Valliselle per molto tempo, perché la foschia mattutina s’è nel frattempo trasformata in nubi dense che ora sono salite fino a noi. Decidiamo di scendere dalla parte opposta alla salita, ovvero andando in direzione Sud, con l’intento di raggiungere il Bus del Glath (buca del ghiaccio).

Verso il Bus del Glath

Verso il Bus del Glath

Scesi dalla dorsale, in qualche modo mi oriento fino a incontrare nuovamente la strada e da lì la direzione per la famosa grotta. Un ometto, che inizialmente ignoriamo, ci indica la giusta direzione per una flebile traccia. Poi eccoci sulla famosa busa, ma ahimè al suo interno niente ghiaccio. Una volta c’era sempre, a ogni stagione, ma ormai il clima è cambiato… una foto e ci rimettiamo in cammino.

Dentro al Bus del Glath

Dentro al Bus del Glath

Fra la nebbia

Fra la nebbia

Torniamo lungo la strada e nuovamente verso casera Val de Friz. La nebbia che ci avvolge non ci crea problemi visto che conosco la zona, ma anzi riesce a dare un tocco quasi irrealistico a quello che ci circonda.

Nei pressi di Casera Val de Friz

Nei pressi di Casera Val de Friz

Dalla casera ripercorriamo a ritroso la strada dell’andata e così facciamo scivolare via tutta la mattinata.

Atmosfera irreale

Atmosfera irreale

 

Una bella escursione, facile e adatta veramente a tutti, ma che sa regalare panorami unici rimanendo affacciati alla pianura.

Mappa del giro

Mappa del giro

Testo: Andrea Favret
Foto: Ivan Pellarini

Annunci

Una risposta a “Da Piancavallo allo Zuc di Valliselle

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...