La risina di Coltura (Polcenigo)

Che cos’è la risina? A seguito della conferenza organizza dal GR.A.PO.  in collaborazione con la Biblioteca civica di Polcenigo, RISINE o RISENE sono denominati quei canali non eccessivamente larghi e profondi, disposti su declivi naturali lungo i quali venivano fatti scendere i tronchi di legno (taie o bore),  tagliati  nei boschi montani al fine di farli raggiungere, dopo un determinato percorso, le vie di comunicazione più vicine (fiumi o strade carrabili). Le “taie” erano tronchi di abete o faggio che, prima di essere lanciati lungo il canale, venivano perfettamente puliti dalle ramaglie e leggermente appuntiti al fine di favorirne il percorso lungo la risina. Le lunghezze variavano dai 4-5 metri della taie al metro e mezzo delle ” bore”, che servivano ad alimentare i forni delle vetrerie e delle fornaci di calce e mattoni. Le tipologie di costruzione delle risine erano diverse. Molte di esse erano opere a carattere stagionale,  perciò venivano realizzate con tronchi scortecciati e disposti  parallelamente al tragitto;  finito il loro compito, venivano smontate recuperando il materiale stesso. Talvolta, dove il terreno lo permetteva, venivano costruite in pietra,  scavando il canale nella roccia viva oppure costruendolo con la posa di acciottolato. Questa tipo di manufatto, sicuramente di maggior durata rispetto al precedente, consentiva un lungo utilizzo laddove il legname da abbattere era pressoché illimitato. Si riferisce a questa tipologia costruttiva la Risina di Coltura realizzata tutta in pietra, sia posata (codolata o codolath) che scavata nella roccia. Questa via di trasporto ha origine nella “Val del Pecol del Giat”, affluente del “Landre”,  all’altezza della strada che porta  alla casera degli Alpini sul ” Toriòn”, a circa 80 m. dalla curva “della Feda “. Ponendo  le spalle al monte,  il canale scende  sui fianco destro della Valle del Landre e sinistro al crinale delle “Orse” al punto  in cui attraversa  il Landre,  circa  100 m. al di sopra del “Bar da Stale”.  Questo primo tratto lungo circa 1600 m., era caratterizzato da una notevole pendenza, tale da far scivolare i tronchi  a valle per gravita, rallentando la velocità in molti punti del percorso con curve dolci o utilizzando  piccoli avvallamenti naturali. Tale tracciato è quasi totalmente  scavato nella roccia, con la profondità che varia da circa 50 cm. ad un massimo di 2 m., la larghezza effettiva non supera il metro, e la sezione tende in più punti ad appiattirsi sul fondo (forse a causa dell’ erosione dovuta a fenomeni atmosferici), perdendo la caratteristica forma a grondaia. E’ ragionevole pensare che in questo primo tratto di notevole pendenza i tronchi scendessero senza alcun aiuto da parte  dell’ uomo, o per lo meno impegnasse poco personale lungo il tragitto.

Risina poco sopra al Bar da Stale

Risina poco sopra al Bar da Stale

Curve studiate per far rallentare il legname sul crinale delle "Orse"

Curve studiate per far rallentare il legname sul crinale delle Orse

Poche decine di metri sopra al Bar da Stale la risina quasi è scomparsa

Poche decine di metri sopra al Bar da Stale la risina quasi è scomparsa

Le caratteristiche orografiche della montagna sono tali da creare delle locali riduzioni di pendenza, con il conseguente effetto di rallentamento della discesa dei  tronchi. Il percorso della risina non è stato certo scelto a caso: se si guarda la mon­tagna, sia la scarpata del Toriòn che quella del “Crep de Varda” presentano dei pendii molto ripidi e perciò non favorevoli a tale scopo. Lo scendere fungo la costa della valle era la sola via percorribile, determinate da un rilievo omogeneo,  privo di dossi fino al Bar da Stale, che pure presentava la difficoltà, in quel punto, di attraversare la Valle del Landre (cosa aggirata con una costruzione in tavole di legno che collegava il primo troncone al secondo). Questo secondo troncone, costruito in acciottolato e dall’andamento più dolce, ha la profondità del canale che si aggira sui 30 – 40 cm.. In questa tratto, meno ripido, le taie e le bore venivano senz’altro aiutate a scendere dal personale appositamente incaricato (menadori), che, adoperando lunghi bastoni con in testa un uncino in ferro (anghir o thapin), arpionavano i tronchi  e li trascinavano verso Coltura.

Salto nella valle del Landre

Salto nella valle del Landre

L'acciotolato posto nella parte bassa della risina

L’acciotolato posto nella parte bassa della risina

II GR.A.PO., dopa la pulizia di alcuni tratti al di sopra e al di sotto del Bar da Stale, si è impegnato a segnalarne la presenza con opportuna cartellonistica.  Purtroppo, la costruzione del ristorante e dell’acquedotto comunale per Mezzomonte (si suppone che parte della conduttura sia stata posta sul letto della risina), hanno reso irriconoscibile buona parte del secondo troncone. Il canale finisce  con  il   punto di raccolta che, secondo i rilievi effettuati, doveva trovarsi nell’avvallamento sottostante il cimitero di Coltura. Con l’aiuto di carri e muli, il legna­me veniva trasportato fino alla Livenza, nei pressi del “battiferro” Pianca, per poi prendere la via per Venezia (zattere o traino animate). Il percorso  complessivo  di  questa opera e di circa 3300 m. con un dislivello di 1100 m.

Fonte: G.R.A.P.O (Gruppo Archeologico Polcenigo)
Advertisements

4 risposte a “La risina di Coltura (Polcenigo)

  1. Pingback: Seguendo il vecchio sentiero che correva lungo la risina | RITORNO ALLE ORIGINI·

  2. Pingback: Attorno a Busa Bravin | RITORNO ALLE ORIGINI·

  3. Pingback: Con Robertino sul sentiero della risina | RITORNO ALLE ORIGINI·

  4. Pingback: Da Coltura a casera Busa Bernart | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...