Ancora sulla Pala d’Altei, ma passando per casera Giais

Dopo un paio di giorni dal giro ad anello presso la Pala d’Altei, mi ritrovo il 4 maggio a salire nuovamente questa cima però in maniera più diretta per poi fare una deviazione per raggiungere casera Giais. Ma partiamo dall’inizio. Il punto di partenza, ovvero l’osservatorio astronomico di Montereale Valcellina, è immutato rispetto all’escursione precedente, e con esso anche il meteo che offre molte nuvole poco sopra di me. Comincio la salita lungo il sentiero MV05, bollato in giallo/blu, che dopo poco si immette nel MV02. Oltre ai bolli alcune tabelle aiutano nella progressione verso casera Rupeit, mia prima tappa, attraversando spesso la strada forestale che salirebbe fino a quota 1300 metri slm circa e passando per il Cuol Salaris.

Inizio dell'escursione

Inizio dell’escursione

Sentiero MV05

Sentiero MV05

Attraversamento della strada forestale

Attraversamento della strada forestale

Genziana

Genziana

Seguendo il MV02

Seguendo il MV02

Cuol Salaris, 910 metri slm

Cuol Salaris, 910 metri slm

Nei pressi del Zuccul Supigna esco dal bosco ma non scelgo il sentiero che sale ripido sul pendio erboso ma devio a destra e rientro fra gli alberi fino a raggiungere il sentiero CAI 988 che, sempre con costante ma mai faticosa ascesa, mi porta alla casera sotto la Pala.  Evito d’entrare, scatto veloce una foto da fuori e riprendo a camminare; nel frattempo sono nel bel mezzo delle nubi e la visibilità è veramente ridotta.

Si esce dal bosco, ma per un attimo

Si esce dal bosco, ma per un attimo

Sentiero CAI che porta verso casera Rupeit

Sentiero CAI che porta verso casera Rupeit

Sentiero CAI 988

Sentiero CAI 988

Casera Rupeit

Casera Rupeit

Subito oltre la piccola struttura montana, ecco le tabelle che segnalano le vie che portano a casera Giais o a casera Montelonga. Non mi dirigo subito alla Giais ma procedo verso l’altra indicazione. Salgo fra vecchie frane e poi per un largo detritico che mi proietta su un pianoro pieno di magnifici Crocus (CAI 987a). Ancora indicazioni e questa volta quelle da seguire sono naturalmente quelle per la Pala d’Altei (987).

Genzianelle

Genzianelle

Bivio per casera Giais o casera Montelonga

Bivio per casera Giais o casera Montelonga

Il canale lungo il sentiero CAI 987a

Il canale lungo il sentiero CAI 987a

Nebbia

Nebbia

Splendidi Crocus

Splendidi Crocus

Uno spiraglio di sereno sembra far breccia fra le nubi e l’umidità sembra quasi sparire, ma il tutto dura pochi attimi. Riesco con buona luce a fare uno scatto a dei fiori di Erica dal colore brillante, ma poi mi ritrovo nuovamente nella nebbia. Salgo fino alla cima per la foto di rito.

Quasi il sole poco sotto la Pala

Quasi il sole mentre mi trovo poco sotto la cima della Pala

Fiori d'Erica

Fiori d’Erica

Ultimo tratto prima della cima

Ultimo tratto prima della cima

Sulla cima di Pala d'Altei, 1528 metri slm

Sulla cima di Pala d’Altei, 1528 metri slm

Naturalmente sosto solo per un paio di minuti sul punto più alto della giornata e subito ritorno sui miei passi facendo a ritroso il tratto percorso in precedenza fino alle tabelle che indicano casera Giais. Qui mi immetto nel sentiero 988. Panorama zero, anzi dieci, come i metri che ho di visibilità. Peccato. Dovrebbe essere molto bella la vista verso la pianura, ma mi accontento delle fioriture. In alcuni punti il pendio da la sensazione di scendere con pendenze che offrono un’esposizione non indifferente, ma il tratturo è ottimo e filo via veloce; intanto sotto di me gli spari del poligono di Cao Malnisio rimbombano forti, sembrano molto vicini.

Vista scendendo da Pala d'Altei: zero!

Vista scendendo da Pala d’Altei: zero!

Verso casera Giais

Verso casera Giais

Sentiero CAI 988

Sentiero CAI 988

Genziane

Genziane

Classico bollo bianco/rosso

Classico bollo bianco/rosso

Arrivato al bivio con il sentiero CAI 986 scendo perdendo quota e riesco a trovare finalmente casera Giais (o Valfredda come molti la chiamano). Entro e non mi stupisco di scoprirla ben tenuta, come sempre del resto. Mangio volentieri un paio di panini che avevo nello zaino e scrivo due righe nel libro all’interno della baita. Lasciata la firma, sono pronto al rientro.

Bivio sopra casera Giais

Bivio sopra casera Giais

Scendendo lungo il sentiero CAI 986

Scendendo lungo il sentiero CAI 986

Casera Giais

Casera Giais

Casera Giais

Casera Giais

Casera Giais

Casera Giais

Si torna verso l'auto

Si torna verso l’auto

Rimesso in moto, torno nel bel mezzo delle nubi che oggi restano abbastanza basse da riuscire a farmi guardare principalmente le belle Poligale Rosse che qui abbondano e che in questo periodo regalano i loro migliori colori. Tornato nei pressi della Rupeit, seguo la tabella che mi indica Grizzo e scendo per il pendio erboso del MV02.

Sentiero CAI 988

Sentiero CAI 988

Poligala Rossa

Poligala Rossa

Le foglie del faggio che germogliano

Le foglie del faggio che germogliano

Un minimo di panorama verso pianura

Un minimo di panorama verso pianura

Narciso

Narciso

Finita la parte più ripida rientro nel bosco tornando sul tratto fatto all’inizio dell’escursione, ma naturalmente ora al contrario. Lascio le nuvole sopra di me e la temperatura sale di colpo. Poco prima d’arrivare alla macchina guardo il monte Fara, o meglio, la parte bassa di esso e penso che oggi sia stata una giornata regalata visto il tempo precario che c’era.

Tabelle durante il rientro

Tabelle durante il rientro

Monte Fara

Monte Fara

Osservatorio astronomico, 685 metri slm

Osservatorio astronomico, 685 metri slm

Alla fine che dire… volevo vedere com’era il sentiero che collega le due casere visitate, ma non ho visto pressoché nulla. In compenso la flora è stata generosa con le sue sfumature anche se smorzate dalla poca luce. Resta comunque un giretto da 1000 metri di dislivello totali (fra andata e ritorno alla Valfredda si fanno più di 150 metri di dislivello di saliscendi) che sicuramente ripeterò, magari in autunno per gustarmelo in una giornata soleggiata e con il bosco carico di colori.

Mappa dell'escursione

Mappa dell’escursione

Annunci

Una risposta a “Ancora sulla Pala d’Altei, ma passando per casera Giais

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...