Monte Caulana

E’ da un bel po’ che non torno su questa montagna partendo da Pian delle More e se non ricordo male l’ultima volta è stata in compagnia di Nicola pestando tanta neve. Poco importa, un giretto in Caulana è sempre piacevole. Così la mattina appena sveglio quando guardo la montagna non manca l’imprecazione: le nuvole coprono tutto. Mi faccio coraggio, prendo comunque la macchina e parto per il Piancavallo. Passata la località turistica scendo lungo la strada che porta verso Barcis e nei pressi di un bacino artificiale, dove una tabella indica l’inizio del sentiero CAI 925, parcheggio e comincio l’escursione.

Bacino artificiale, e sullo sfondo la Caulana fra le nubi

Bacino artificiale, e sullo sfondo la Caulana fra le nubi

Pian delle More, inizio del sentiero CAI 925

Pian delle More, inizio del sentiero CAI 925

Passo vicino a casera Pian delle More e poi perdo quota fino alla sorgente Tornidor. Oggi il tubo da cui fuoriesce l’acqua regala un getto copioso, mai visto prima così. Assaggio per la prima volta l’acqua che cade nella grande vasca, visto che finalmente la trovo invitante, e la scopro fresca e buona.

Casera Pian delle More

Casera Pian delle More

Sorgente Tornidor

Sorgente Tornidor

Continuo la salita lungo il sentiero che sale ora nella val Grande e dopo poco, con un po’ di sorpresa, invece di trovare la corda statica tirata come corda fissa trovo un cavo in acciaio stile sentiero attrezzato. L’utilità è minima e lo trovo un tantino inutile, ma credo che il Club Alpino abbia voluto mettere in sicurezza un po’ di posti durante la scorsa estate (come la cresta Ovest di Cima Manera).

Val Grande

Val Grande

Il nuovo cavo in acciaio

Il nuovo cavo in acciaio

Lumaca

Lumaca

Continuo entrando nel bosco, dove mi ritrovo due zecche sul braccio sinistro che scaccio, e dopo una veloce ispezione l’ascesa prosegue. Dal bosco passo alle ghiaie e infine mi ritrovo sul pianoro poco prima della forcella Val Grande. Le nuvole sopra di me si fanno sempre più vicine mentre il vento soffia sempre più forte. Qualche nevaio lungo il tratturo non mi crea grossi problemi, anche se a volte faccio delle brevi deviazioni per saltarli.

Val Grande

Val Grande

Lungo le ghiaie delle valle

Lungo le ghiaie delle valle

Il pianoro

Il pianoro

Qualche nevaio da attraversare

Qualche nevaio da attraversare

Poi eccomi in forcella, nel bel mezzo delle nuvole. Svolto a destra ma lasciando perdere il sentiero che qui è segnato come altavia numero 7, e mi tengo sulla verde cresta che mi porta fino sulla Cima Val Grande (2007 metri slm) salendo l’ultimo tratto con passaggi di primo grado su roccia che dir friabile è quasi un complimento (sconsigliato!!!).

Forcella Val Grande

Forcella Val Grande

Cima Val Grande

Cima Val Grande

Verso cima Val Grande

Verso cima Val Grande

Roccia marcia

Roccia marcia

Cima Val Grande

Cima Val Grande

Dalla prima vetta scendo sempre per cresta, ora larga ed erbosa, fino a forcella Caulana ove tiro dritto e seguo ancora il crinale verso la mia meta. La traccia è evidente, c’è qualche tratto leggermente esposto ma non incontro alcuna difficoltà. Sono quasi rassegnato di non vedere nulla e a 20 metri dal punto più alto della giornata buco le nubi e mi ritrovo al sole!

Forcella Caulana

Forcella Caulana

La cresta che porta alla cima del monte Caulana

La cresta che porta alla cima del monte Caulana

Quasi in vetta

Quasi in vetta

Sulla cima della Caulana, 2068 metri slm, un mare di nuvole si estende sotto di me e come isole le cime più alte si ergono maestose; il Civetta, la Moiazza, quasi nascosto il Pelmo, Col Nudo, Crep Nudo, Duranno, Preti, Antelao, le Tre Cime di Lavaredo… fantastico! Mi godo questo panorama per una buona mezzora.

Tutt'attorno, un mare di nuvole

Tutt’attorno, un mare di nuvole

Le cime più alte bucano le nuvole

Le cime più alte bucano le nuvole

Monti Cornor, Castelat e Guslon

Monti Cornor, Castelat e Guslon

Panorama meraviglioso

Panorama meraviglioso

Autoscatto sulla cima della Caulana

Autoscatto sulla cima della Caulana

Quando decido di scendere sembra quasi che il sole abbia deciso d’accompagnarmi. Più mi muovo a ritroso lungo la via fatta in salita (saltando Cima Val Grande) e più i raggi caldi sembra che spostino le nuvole per farmi gioire a pieno di questa giornata.

Rientro

Rientro

Forcella Val Grande e, dietro, cima Val Grande

Forcella Val Grande e, dietro, cima Val Grande

Monte Caulana e Val Grande

Monte Caulana e Val Grande

Crocus

Crocus

Scendo veloce fino alla sorgente Tornidor, dove una bella bevuta mi ristora, e poi con passo quasi ciondolante e quasi controvoglia mi dirigo all’auto per lasciare l’amata montagna.

Resti antichi

Resti antichi

Sentiero CAI 925

Sentiero CAI 925

Genziana

Genziana

Monti Resettum e Castello

Monti Resettum e Castello

Quasi alla macchina

Quasi alla macchina

Una giornata partita quasi male per il tempo, che invece ha saputo regalarmi un panorama speciale. Si, questa è pura gioia per un escursionista!

Mappa dell'escursione

Mappa dell’escursione

Advertisements

Una risposta a “Monte Caulana

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...