Al cospetto delle Tre Cime di Lavaredo

28 dicembre e ancora niente neve. Per smaltire i bagordi di Natale e non solo, assieme a Valentina si decide di salire ad ammirare il simbolo incontrastato delle Dolomiti, ovvero le Tre Cime. In macchina ci portiamo fino al ghiacciato lago d’Antorno e indossati gli scarponi cominciamo l’escursione.

Lago d'Antorno e Tre Cime di Lavaredo

Lago d’Antorno e Tre Cime di Lavaredo

Dopo un breve tratto lungo la strada asfaltata, lasciamo questa poco prima del “casello” per salire il sentiero CAI 101 seguendo le tabelle che naturalmente qui non mancano. Inizialmente pestiamo la poca neve che è rimasta in questa depressione solo perché non batte mai il sole, ma poi il tutto lascia spazio a ghiaie e verdi.

Sentiero CAI 101

Sentiero CAI 101

Cadini di Misurina

Cadini di Misurina

Sentiero CAI 101

Sentiero CAI 101

Tre Cime di Lavaredo

Tre Cime di Lavaredo

Arrivati sotto il Col delle Bisse si fanno ben vedere le imponenti torri che il mondo c’invidia. Sono veramente stupende. Si nota anche il rifugio Auronzo che sembra così vicino, invece manca ancora un quarto d’ora abbondante per raggiungerlo.

Pinnacoli sul Col delle Bisse

Pinnacoli sul Col delle Bisse

Il sole fa capolino dietro il monte Campedelle

Il sole fa capolino dietro il monte Campedelle

Tre Cime di Lavaredo

Tre Cime di Lavaredo

Croda Passaporto

Croda Passaporto

Arrivati al rifugio non ci fermiamo ma continuiamo per la battutissima strada bianca che va verso Est. Incredibilmente oggi non c’è quasi nessuno (almeno per ora): un paio d’escursionisti d’oltralpe e un signore dal buon passo. Lungo questo pezzo di largo sentiero verso forcella Lavaredo passiamo vicino, oltre alla chiesetta e al rifugio che prende nome dalla forcella, alle grandi impronte di dinosauro che ben poca gente nota.

Cadini di Misurina

Cadini di Misurina

Impronte di dinosauro

Impronte di dinosauro

Spigolo Giallo

Spigolo Giallo

Chiesetta Lavaredo

Chiesetta Lavaredo

La parte Est delle Drei Zinnen

La parte Est delle Drei Zinnen

Arrivati sulla grande sella, dopo aver salito con lo sguardo lo Spigolo Giallo, si apre il panorama verso Nord sulle Dolomiti di Sesto, maestose. Intanto qualcuno attacca la ferrata che porta attraverso alcune gallerie di guerra alla cima del monte Paterno. Che strano clima in questo inizio d’inverno…

Panorama delle Tre Cime da forcella Lavaredo

Panorama delle Tre Cime da forcella Lavaredo

Croda Rossa

Croda Rossa

Rifugio Locatelli e Sasso di Sesto

Rifugio Locatelli e Sasso di Sesto

Cominciamo a scendere ma non per il percorso fatto in precedenza, ma ci immettiamo nei Piani di Lavaredo, a volte seguendo qualche traccia e a volte camminando liberamente, scoprendo varie postazioni di guerra. Raggiungiamo così quello che era il Comando Italiano durante la prima Grande Guerra e qui ci concediamo un po’ di riposo.

Ruderi di guerra sui Piani di Lavaredo

Ruderi di guerra sui Piani di Lavaredo

Un lungo amore

Un lungo amore (fossile sui Piani di Lavaredo)

Le Tre Cime dai Piani di Lavaredo

Le Tre Cime dai Piani di Lavaredo

Comando Italiano della Prima Guerra Mondiale

Comando Italiano della Prima Guerra Mondiale

Autoscatto durante la pausa

Autoscatto durante la pausa

Ruderi di guerra

Ruderi di guerra

Rimessi in moto torniamo sul sentiero principale nei paraggi del Rifugio Auronzo dove al contrario di un paio d’ore prima troviamo parecchia gente salita soprattutto lungo la strada asfaltata. Non ci facciamo molto caso, continuando ad ammirare ciò che ci sta attorno. Da questa posizione i Cadini di Misurina sono incredibili.

Cadini di Misurina

Cadini di Misurina

Valentina

Valentina

Tornando verso il sentiero principale

Tornando verso il sentiero principale

Dal rifugio la discesa è attraverso il sentiero di salita, velocemente fino al lago, dove ci concediamo un caffè nel vicino rifugio (anche se di rifugio ha ben poco) dopo circa 4 orette di facile camminata e 850 metri di dislivello.

E' ora di scendere

E’ ora di scendere

Ultimo saluto per questa giornata alle Tre Cime

Ultimo saluto per questa giornata alle Tre Cime

Lago d'Antorno e Cadini di Misurina

Lago d’Antorno e Cadini di Misurina

Bellissima giornata, calda e senza neve, con la mia favolosa compagna in un posto dove il nome dice già tutto.

Annunci

Una risposta a “Al cospetto delle Tre Cime di Lavaredo

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...