Rifugio Pian de Fontana e casera La Vareta, antichi pascoli nel cuore del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi

E’ ancora buio quando m’incontro con Claide per fare la nostra prima escursione assieme. L’idea era di portarlo a vedere qualche cosa nelle Dolomiti Friulane, ma siamo a Vittorio Veneto e così mi viene in mente d’andare a vedere assieme il rifugio Pian de Fontana al quale nemmeno io sono mai stato.

Dopo un caffè, di certo non il primo della mattina, eccoci parcheggiati alla fine della val del Grisol (667 metri slm), sotto le omonime casere che non riusciamo a scorgere. Messi scarponi e presi gli zaini cominciamo la giornata lungo la strada qui ancora asfaltata.

Inizio della nostra escursione

Inizio della nostra escursione

E’ quasi buio, il sole qui ancora sotto non arriva, ma un intaglio fra le pareti della valle ci fa notare uno scorcio delle Pale de la Cazeta che sembra prendere fuoco. L’asfalto lascia spazio allo sterrato e in pochi minuti eccoci al ponte dei Ross che da accesso all’omonima valle.

Pont dei Ross con "qualcuno" che scatta foto

Pont dei Ross con “qualcuno” che scatta foto

Il sole brucia le pareti

Il sole brucia le pareti

Il sole brucia le pareti

Il sole brucia le pareti

Un altro tratto di strada e poi un altro ponte, quello del Col delle More, e subito oltre ecco l’inizio del sentiero CAI 520. Entriamo completamente nel bosco e saliamo il tratturo con buon passo. Una salamandra cerca di nascondersi fra le foglie ma riusciamo a rubarle una foto.

Salamandra

Salamandra

Monte Borgà

Monte Borgà

Mentre saliamo scopriamo una valle piacevole. Distante possiamo vedere il Borgà mentre sopra di noi si staglia il bel profilo del Talvena. Nel mentre qualche grotta naturale e dei funghi ci fanno prendere qualche breve pausa. La camminata non è però mai difficoltosa ne troppo faticosa.

Antro naturale

Antro naturale

Funghi

Funghi

La bella valle

La bella valle

Monte Talvena

Monte Talvena

Al primo prato ecco la casera de i Ronch, strutture ormai abbandonate anche se non da molto. I prati attorno sono pieni di menta e camminandoci sopra emanano tutto il suo profumo. Non perdiamo troppo tempo e dopo un bel ruscello rientriamo fra gli alberi.

Sentiero CAI 520

Sentiero CAI 520

Tabelle spesso presenti lungo il percorso

Tabelle spesso presenti lungo il percorso

Cime di Bachet

Cime di Bachet

Casera de i Ronch

Casera de i Ronch

Qualche zig zag ci fa prendere quota più velocemente e poi ecco il bivio con il sentiero CAI 514. Seguiamo le indicazioni per il rifugio che ora è vicino. Fuori dal bosco eccoci su un’altura ed ecco le strutture che volevamo raggiungere.

Uno dei tanti ruscelli

Uno dei tanti ruscelli

Claide sale lungo il sentiero

Claide sale lungo il sentiero

Inizio d'autunno

Inizio d’autunno

Salendo lungo il sentiero

Salendo lungo il sentiero

Bivio

Bivio

Rifugio Pian de Fontana e cime di Bachet

Rifugio Pian de Fontana e cime di Bachet

Un bel sole ci scalda mentre l’aria resta fresca e frizzante. Ci prendiamo una lunga pausa, in fondo abbiamo fatto un migliaio di metri di dislivello in due orette e Claide per questo m’ha piacevolmente stupido, e ci godiamo i panorami. Peccato che lo Schiara sia contro sole e che le nuvole gli rubino i profili.

Il Talvena

Il Talvena

Ancora il Borgà

Ancora il Borgà

Oltre le Cime de la Scala, Pelf e Schiara

Oltre le Cime de la Scala, Pelf e Schiara

Autoscatto al rifugio Pian de Fontana

Autoscatto al rifugio Pian de Fontana, 5 ottobre 2016

Costa de la Nona

Costa de la Nona

Lo Schiara

Lo Schiara, siamo nel cuore del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi

Dopo un’oretta, due tazze di caffè e un sorso di grappa, rimettiamo in spalla gli zaini e scendiamo al bivio ma poi non rientriamo immediatamente all’auto ma continuiamo fino a forcella La Vareta e poi alla casera lì vicino. Posto magnifico dove ci prendiamo un’altra pausa per panino e birra. Oggi non manca proprio nulla.

Verso forcella La Vareta

Verso forcella La Vareta

Forcella La Vareta

Forcella La Vareta

Forcella La Vareta

Forcella La Vareta

Casera La Vareta

Casera La Vareta

Da come si può leggere in un cartello dentro la casera, questa struttura fu costruita dalla milizia forestale negli anni ’30, in sostituzione dei ricoveri precedenti ormai decadenti, grazie a un contributo del Ministero dell’Agricoltura.
La casera conserva ancora gli spazi dove avveniva la lavorazione del latte e dove venivano conservati i formaggi, nonché il soppalco per dormire.
La stalla adiacente, lunga 60 metri, poteva ospitare fino a 60 capi e non di rado veniva danneggiata in inverno dalle slavine. Nell’edificio più piccolo, il caserìn, veniva depositato il latte prodotto. L’attività d’alpeggio andò avanti fino al 1958 e poi il tutto fu abbandonato.
Gli edifici furono poi restaurati all’inizio degli anni ’90. Il caserìn è ora destinato a rifugio della forestale con scopo di sorveglianza mentre la casera è adibita a ricovero per gli escursionisti.

Casera La Vareta

Casera La Vareta

Interno della casera La Vareta

Interno della casera La Vareta

Dall'interno della casera La Vareta

Dall’interno della casera La Vareta

Usciti dalla casera decidiamo per la discesa. Le nubi ora vanno e vengono ma fortunatamente il sole continua a resistere sopra di noi. Tutt’attorno invece nuvole. Scendiamo abbastanza velocemente, fermandoci ancora qua e là per ammirare piccole grandi cose, fino all’auto dove concludiamo l’uscita.

Cime di Bachet e, in primo piano, forcella La Vareta

Cime di Bachet e, in primo piano, forcella La Vareta

Cime di Bachet con sotto il rifugio

Cime di Bachet con sotto il rifugio

Scendendo lungo la val dei Ross

Scendendo lungo la val dei Ross

Nuovamente alla casera de i Ronch

Nuovamente alla casera de i Ronch

Sentiero CAI 520

Sentiero CAI 520

Incredibili radici

Incredibili radici

Sentiero CAI 520

Sentiero CAI 520

Sotto al ponte del Col de le More

Sotto al ponte del Col de le More

Sotto al ponte del Col de le More

Sotto al ponte del Col de le More

Proprio una bella giornata (scoprendo poi che ovunque pioveva, ancor migliore direi) in un posto vicino a casa ma per noi totalmente nuovo. Una bella scoperta, anche l’andare con Claide, con il quale spero non sia stata solo una uscita occasionale.

Mappa dell'escursione

Mappa dell’escursione

Advertisements

Una risposta a “Rifugio Pian de Fontana e casera La Vareta, antichi pascoli nel cuore del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...