Quest’anno la prima neve la pestiamo a forcella del Leone!

Lunedì grigio, il sole sperato non c’è e le cime sono imbiancate. Le previsioni delle ultime ore sono decisamente sballate (o giuste, dipende dal sito), ma la zona scelta è di quelle che possono dare diverse opzioni per passare una bella giornata. Già al parcheggio si decide che le ascese alle cime che si pensava di fare sono abortite e così lasciamo i caschi e la poca attrezzattura comunque in auto e ci incamminaimo più leggeri nel bel mezzo delle Dolomiti Friulane.

Val Monfalcon di Montanaia da Pian Meluzzo

Val Monfalcon di Montanaia da Pian Meluzzo

Partenza dal comodo, per noi, pian Meluzzo: i quattro del Clinto, storia lunga e non commentabile, oggi sono accompagnati, anzi, meglio dire guidati dal maestro Nicola! Di buon spirito e buon passo prendiamo la prosecuzione della val Cimoliana e poco oltre siamo nel mezzo della val Meluzzo, che ci fa sgambettare senza prendere quota per un bel pezzo.

Inizio del val Meluzzo

Inizio del val Meluzzo

Magnifiche placconate dei Preti

Magnifiche placconate dei Preti

In val Meluzzo

In val Meluzzo

Breve discussione se bere o meno un mezzo bicchiere di vino al cason dei Pecoli e, a bocca asciutta, cominciamo la salita vera. Siamo nel bosco ma comunque riusciamo a intravedere la val di Brica e poi man mano che saliamo anche le Postegae.

Casera dei Pecoli

Casera dei Pecoli

Val di Brica

Val di Brica

Le cime Postegae

Le cime Postegae

Il gruppo di Brica e le Postegae

Il gruppo di Brica e le Postegae

A quota 1800 metri slm eccoci nel bianco. La neve comincia, non è molta ma è polverosa. Gli alberi lasciano il posta a un’aria gelida ci fa rimettere una maglia e il desiderio di bivacco si fa sempre più grande mentre quello d’andare anche la Porton scompare velocissimamente.

Inizio della neve

Inizio della neve

Sentiero CAI 359

Sentiero CAI 359

Michele nella neve

Michele nella neve

La val Monfalcon di Forni è sempre stupenda. Le creste del Leone si innalzano a sinistra mentre cima Barbe e cima dei Pecoli incombono a destra. Di fronte, verticalissime, la pareti che qui fanno sembrare un’abazia gotica la cima che da nome alla valle. Intanto il puntino rosso gioca a nascondino ma ben presto lo raggiungiamo.

Camosci

Camosci

Camosci

Camosci

Nicola il "maestro"

Nicola

Val Monfalcon di Forni con la sua cima

Val Monfalcon di Forni con la sua cima

Creste del Leone e Monfalcon di Cimoliana

Creste del Leone e Monfalcon di Cimoliana

Bivacco Marchi-Granzotto con cima Barbe e dei Pecoli

Bivacco Marchi-Granzotto con cima Barbe e dei Pecoli

Dentro alla botte di ferro di rosso dipinta ci mettiamo comodi per la nostra merenda: pane, salame e vino. Fra chiacchere da bar e molte risate il tempo passa veloce, ma tanto nessuno ha fretta e visto che non abbiamo nessuna cima da raggiungere la voglia di tornare nella neve scende in proporzione alla quantità di succo d’uva che piano piano ingeriamo.

Bivacco Marchi-Granzotto

Bivacco Marchi-Granzotto

Dentro al bivacco inizia lo spuntino

Dentro al bivacco inizia lo spuntino

Ehm... meglio non commentare!

Ehm… meglio non commentare!

Ecco il gruppo nel bivacco

Ecco il gruppo nel bivacco

Pulizie prima della partenza

Pulizie prima della partenza

Finiti i viveri decidiamo di rientrare. Ormai che siamo qui su si decide per salire alla forcella del Leone e scendere per la val Monfalcon di Cimoliana. Rimesse giacche, guanti e berretti saliamo con qualche sbuffo e qualche sprazzo di sole fino all’intaglio dove si apre un panorama notevole.

Verso forcella del Leone

Verso forcella del Leone

Il bivacco mentre saliamo alla forcella

Il bivacco mentre saliamo alla forcella

Monfalcon di Forni

Monfalcon di Forni

Ultimo tratto di salita

Ultimo tratto di salita

Michele in arrivo

Michele in arrivo

Dalla forcella, val Monfalcon di Cimoliana

Dalla forcella, val Monfalcon di Cimoliana

Che belle chiappe

Che belle chiappe

Forcella del Leone

Forcella del Leone

Vista verso Nord-Est

Vista verso Nord-Est

Da qui scendiamo veloci, o meglio, Nicola e Fulvio scendono veloci mentre noi altri tre decidiamo per un passo più ciondolante. Anche qui valle strepitosa, con i Monfalconi che la fanno da padrona.

La prima neve

La prima neve

Nicola inizia la discesa

Nicola inizia la discesa

Monfalcon di Montanaia e cima D'Arade

Monfalcon di Montanaia e cima D’Arade

Scendendo lungo il sentiero CAI 349

Scendendo lungo il sentiero CAI 349

Creste del Leone

Creste del Leone

Alla fine delle ghiaie ecco il cartello che indica il rifugio Pordenone. Manca poco, un breve tratto nel bosco, un passaggio alla struttura ormai chiusa e finalmente eccoci all’auto.

Ultime ghiaie

Ultime ghiaie

Quasi arrivati

Quasi arrivati

Prima neve della stagione, grande soddisfazione! Un bellissimo giro e una compagnia fantastica che anche con il grigiume ha regalato una giornata stupenda.

Pubblicità

Una risposta a “Quest’anno la prima neve la pestiamo a forcella del Leone!

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...