La giornata tremendamente perfetta

Ci sono quei giorni in cui mai avresti detto di passare una giornata del genere, per mille motivi. Il primo è la data combinata con la salita: 23 dicembre e Campanile di Val Montanaia. Solitamente in questo periodo le Dolomiti Friulane sono ben imbiancate e la strada che porta al rifugio Pordenone non percorribile a causa dei guadi da passare pieni di sassi e ghiaie.
Poi c’è il secondo motivo: il compagno di cordata. Uno forte, che di salite ne ha fatte tante e che nel suo trascorso alpinistico ha aperto nuove vie e battuto percorsi importanti. Se poi questo compagno è un pensionato che sta per salire per la settantesima volta il famoso pinnacolo, allora il tutto sembra irreale.

Il sole comincia a baciare le pareti

Il sole comincia a baciare le pareti

Ma questa cosa impossibile è invece più che reale e così mi ritrovo a salire dal Pian Meluzzo la valle che ci porterà alla salita del più bel Campanile del mondo in una giornata azzurra, dove le uniche cose nel cielo sono gli aerei che passano sporadicamente e che senza rumore, causa l’altezza, tracciano le loro linee bianche che in breve si dissolvono come i pensieri che mi attraversano. Sono assieme al mitico Sergio, connubio di umiltà e bravura, che ogni tanto cerco di far parlare provando a rubare insegnamenti, idee, nozioni, consigli.

Campanile del Rifugio (o Dente del Giudizio)

Campanile del Rifugio (o Dente del Giudizio)

Ecco la nostra meta

Ecco la nostra meta

Arrivati alla base della grande guglia solitaria, ci prepariamo con casco, imbrago, qualche moschettone, quattro rinvii e qualche cordino, insomma tutto quel poco che serve per la salita (in realtà io non faccio a meno di martello e tre chiodi per sicurezza). Lasciamo alla base la maggior parte delle cose e poi ci portiamo dove ha inizio la vera via normale.

Il bel Campanile

Il bel Campanile

Saliamo senza problemi, Sergio a occhi chiusi, e ci godiamo questa magnifica giornata rubata a un inverno che non c’è. Temperatura sublime, silenzio interrotto da qualche sasso che cade dalle pareti della Cima Montanaia o dalla Pala Grande, solitudine totale. Sembra un sogno.

Vedere arrampicare Sergio qui è semplicemente uno spettacolo

Vedere arrampicare Sergio qui è semplicemente uno spettacolo

Linee disegnate sopra le verticali pareti

Linee disegnate sopra le verticali pareti

Pala Grande

Pala Grande

Il vuoto

Il vuoto

I tiri si susseguono e noi siamo sempre più su. Sul ballatoio Sergio da un’occhiata al versante Nord, dove l’unica preoccupazione era trovare del ghiaccio che non c’è prima delle ultime due lunghezze. Saliamo più tranquilli fino alla cima dove un grande sorriso fa esplodere le nostre emozioni e una calorosa stretta di mano sancisce l’arrivo sulla punta. Sul libro di vetta non riesco a non scrivere sotto al nome del compagno “70^ volta”!

Momento di relax sotta la camino Glanwell

Momento di relax sotta la camino Glanwell

Ultima lunghezza prima della cima

Ultima lunghezza prima della cima

Sulla cima del Campanile di Val Montanaia

Sulla cima del Campanile di Val Montanaia

Scendiamo senza problemi con le doppie, senza correre e chiaccherando ma senza deconcentrarci, perché vogliamo godere di ogni attimo che questa giornata e queste montagne ci stanno concedendo.

In questa foto l'ombra di Sergio si fonde con quella del Campanile: incredibilmente in simbiosi!

In questa foto l’ombra di Sergio si fonde con quella del Campanile: incredibilmente in simbiosi!

Calata Piaz

Calata Piaz

Poi il rientro nuovamente lungo la val Monfalcon di Montanaia è veloce, cadenzato da un passo che non accenna a rallentare, questo non per scappar via da quei luoghi ma per la necessità di sentirsi vivi fino alla fine, fino a quando lo zaino e le corde non saranno riposte in macchina e dove in quel momento sarà realmente finita questa splendida giornata.

Ultimo sguardo

Ultimo sguardo

Scendendo veloci

Scendendo veloci

Tramonto sulle Dolomiti Friulane

Tramonto sulle Dolomiti Friulane

Grazie Sergio per avermi concesso l’onore di arrampicare assieme. Grazie per avermi concesso questo onore sulla cima a te più cara. Grazie per una giornata tremendamente perfetta.

QUI IL LINK ALLA RELAZIONE DI SALITA

Annunci

2 risposte a “La giornata tremendamente perfetta

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...