Da Glera a casera Giais, buona la prima!

Prima escursione del 2017 e incredibilmente non salgo in Toriòn! Non che vada molto lontano, ma quest’anno in testa alla lista delle uscite segnerò casera Giais. Con Michele ci dirigiamo quindi fino a Glera (Aviano – PN) e lasciata l’auto nel punto più alto del paese cominciamo la nostra camminata.

Dove ha inizio il primo giro del 2017

Dove ha inizio il primo giro del 2017

La prima parte è lungo il sentiero che porta a casera Palussa: bolli giallo/blu, tratti che tirano non poco e fiato corto a causa dei bagordi delle feste. Saliamo comunque senza fermarci, anche un po’ per il freschetto che c’è, e raggiungiamo così la piccola casera dopo circa 450 metri di dislivello.

Il sentiero che porta a casera Palussa

Il sentiero che porta a casera Palussa

Vista verso la pianura mentre il sole deve ancora sbucare dalle basse nuvole

Vista verso la pianura mentre il sole deve ancora sbucare dalle basse nuvole

Casera Palussa

Casera Palussa

Dopo una breve pausa riprendiamo l’uscita. Dopo poco usciamo dal bosco e tagliamo a mezza costa con dei saliscendi in direzione della Pala d’Altei. I pendii hanno un colore magnifico che ricorda di più l’autunno che non l’inverno, peccato solo che verso valle la cappa di umidità mista a smog non lasci vedere la pianura e perché no anche il mare.

Sopra la Palussa, panorama verso le Prealpi Carniche e le Alpi Giulie

Sopra la Palussa, panorama verso le Prealpi Carniche e le Alpi Giulie

Vista verso forcella Giais e il Pala Fontana

Vista verso forcella Giais e il Pala Fontana

Quando il tratturo riprende a salire manteniamo il passo. Non manca molto e, passato un tratto dove il sentiero taglia la friabile valletta de Li Gravis, prima di giungere alla casera decidiamo di puntare alla cima Val Fredda andando fuori traccia. Sull’ampia vetta ci fermiamo un attimo prima di scendere alla Giais.

Sentiero CAI 986

Sentiero CAI 986

Fuori traccia verso cima Val Fredda

Fuori traccia verso cima Val Fredda

Cima Val Fredda

Cima Val Fredda

In casera ci riposiamo un po’. Per Michele è la prima volta qui e quindi la curiosità a lui non manca. Dopo aver mangiato e bevuto decidiamo per il rientro.

Casera Giais

Casera Giais

Autoscatto alla casera

Autoscatto alla casera

Scendiamo senza ripassare per la cimetta appena fatta ma seguendo da subito il sentiero CAI 986, facile e ben battuto. Le gambe vanno e la discesa è piacevole. Raggiunta casera Palussa troviamo un po’ di baldi giovani e… Nicola!!! Non diciamo di no all’offerta di un bicchiere di rosso.

Inizia la discesa

Inizia la discesa

Inverno

Inverno

Scendendo verso la Palussa, i bei pendii

Scendendo verso la Palussa, i bei pendii

Salutato l’amico e la sua compagnia, continuiamo con il rientro e forse a causa del buon “taglio” la discesa la divoriamo correndo fin quasi all’auto.

Scendendo da casera Palussa

Scendendo da casera Palussa

Bella giornata, fredda al mattino presto ma poi piacevole anche nelle temperature. Come prima uscita dell’anno non si poteva chiedere di più.

Mappa del giro

Mappa del giro

Vuoi la traccia GPS di questa escursione? Mandami una mail all’indirizzo ritornoao@gmail.com

Advertisements

3 risposte a “Da Glera a casera Giais, buona la prima!

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

  2. ….Pochi sono quelli che fanno un servizio come il tuo….Completo..Foto,descrizione difficoltà,ecc..X il resto ci sono i segnavia…Certo la possibilità di scaricare la traccia con le tue divagazioni e usarle
    in offline..Il massimo.Mi permetto di dire….Perchè non metterle assieme sul tuo sito senza passare attraverso e-mail…Sono curioso di sapere il xchè…In ogni caso sei grande…

    • Semplicemente perché uso le funzioni base e ho già una spesa annua per mantenere lo spazio disponibile. Con queste funzioni che mi sono permesse da wordpress posso condividere esclusivamente file JPEG o PDF, null’altro. Per farlo dovrei aggiungere altri €200 annui e sinceramente per tenere in piedi un blog senza alcun scopo di lucro, ma solo per passione, mi sembrano un po’ eccessivi. Ecco spiegata la motivazione. Però allo stesso modo, visto che per Natale m’è arrivato un regalino niente male per creare tracce gps, volevo dare la possibilità a chi mi segue di avere una cosa in più, per spronare ad andare magari anche da soli! Ecco tutto. Comunque, anche se un grande non mi sento e non lo sono, grazie infinite per i complimenti. Fa sempre piacere riceverli e fa ancora più piacere sapere che c’è chi apprezza quello che metto a disposizione. Grazie!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...