Cima Val Piccola in una giornata “glaciale”

Neve zero ma freddo tanto. Il termometro dell’auto segna meno nove quando parto da casa e dopo la colazione, dopo aver ricomposto il gruppetto con Marco e Michele e esser arrivati in pian delle More, l’indicatore è arrivato a -14,5°C. Indossiamo tutto quello che abbiamo e cominciamo a camminare veloci. Molto veloci.

Si parte

Si parte

Resettum

Resettum

Seguiamo la strada fino alla sorgente Tornidor e attraversiamo i vecchi pascoli sognando le pareti che salgono dal punto più alto della val Piccola. Seguiamo la traccia e i bolli bianco/rossi del sentiero CAI 925 e cominciamo la vera salita dentro alla val Grande.

Ghiaccio nei pressi della sorgente del Tornidor

Ghiaccio nei pressi della sorgente del Tornidor

Il sole scalda quel che basta

Il sole scalda quel che basta

La prima parte ha un’ottima pendenza e prendiamo quota e calore in poco. Poi quando la valle passa dal suo aspetto fluviale a quello glaciale, qui incredibilmente ben visibile la transizione, ci ritroviamo all’ombra dello spallone Est della cima che vogliamo raggiungere e di colpo sentiamo il freddo pungerci sotto le vesti. Saranno almeno 18 gradi sotto lo zero. Rimettiamo su le giacche, i berretti ed i guanti che c’eravamo tolti più sotto mentre anche l’aria comincia a soffiare.

Ripida e rapida salita nella val Grande

Ripida e rapida salita nella val Grande

Mar Adriatico che sembra a due passi

Mar Adriatico che sembra a due passi

Qui tanto freddo

Qui tanto freddo

Arrivati in forcella il sole sembra scaldare incredibilmente, ma quando Marco versa il tè bollente dal thermos alla tazza, le poche gocce che cadono sul suo piumino si congelano all’istante! Poco male, si sta meglio che dentro la valle appena salita.

Arrivo in forcella

Arrivo in forcella

Cima Laste e cima Manera

Cima Laste e cima Manera

Finita la breve pausa riprendiamo l’ascesa e fuori traccia puntiamo direttamente alla nostra meta. All’inizio qualche roccetta dove fare un minimo d’attenzione ma con nessuna difficoltà reale, poi verdi molto congelati e in una ventina di minuti eccoci sulla cima Val Piccola a quota 2133 metri slm.

Sulla dorsale

Sulla dorsale

Michele infreddolito

Michele infreddolito

Duranno, Preti e Tre Cime di Lavaredo

Duranno, Preti e Tre Cime di Lavaredo

Autoscatto sulla cima

06 gennaio 2017, autoscatto sulla cima val Piccola

Rimaniamo una decina di minuti ad ammirare il panorama che qui su è fenomenale. Vediamo il mare, ma siamo maggiormente rapiti da Duranno, Preti, Tre Cime di Lavaredo, Civetta, Schiara, la Gusela del Vescovà… incredibile!

Dalla cima Val Fredda, cima Laste

Dalla cima Val Fredda, cima Laste

Cornor, Castelat e Guslon

Cornor, Castelat e Guslon

Panorama fantastico

Panorama fantastico

Scendiamo poi veloci verso la forcella senza smettere di guardare il panorama. Il vento ha ripulito da smog e umidità e possiamo solo che ritenerci fortunati per una vista così, benché bisogni pagar pegno per il freddo.

Michele in discesa

Michele in discesa

Marco ammira i monti che ci circondano

Marco ammira i monti che ci circondano

Ancora giù, lungo la valle che avevamo salito, sempre gelida, senza mai fermarci e senza toglierci alcun indumento. Anche quando arriviamo alla sorgente del Tornidor non abbiamo intenzione di toglierci nulla, mentre l’abbeveratoio ci da pienamente ragione sulla scelta. Poi alla fine eccoci all’auto, senza aver mai sudato.

Scendendo veloci nella val Grande

Scendendo veloci nella val Grande

Val Piccola e le temute pareti

Val Piccola e le temute pareti

Sorgente Tornidor

Sorgente Tornidor

Giornata magnifica, sia per la cima ma soprattutto per la compagnia. Con uscite del genere il freddo passa non in secondo piano, ma in terzo!

Vuoi la traccia GPS di questa escursione? Mandami una mail all’indirizzo ritornoao@gmail.com

Annunci

Una risposta a “Cima Val Piccola in una giornata “glaciale”

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...