Troi dei Crep (Polcenigo – PN)

Mattinata in relax dopo esser salito il giorno prima al Pizzoc, quindi mi concedo un giretto basso al Troi dei Crep del quale avevo visto i cartelli nell’ultimo periodo per andare a casera Busa Bernart. Parcheggio quindi quasi alla fine di via Bottola a Coltura (Polcenigo – PN) e messo lo zaino comincio la camminata con uno sguardo al Toriòn che oggi tradisco.

Uno sguardo al Toriòn all’inizio dell’escursione

Salgo per la strada bianca che subito si impenna per qualche metro. Passo vicino a degli uliveti e poi subito oltre lungo la rete di una casa ben ristrutturata ha inizio il sentiero vero e proprio.

Ulivi

Violette

La tabella mi indica che sono nella direzione giusta

Dopo la strada ha inizio il sentiero

Capisco fin da subito dalla traccia che il percorso non è molto battuto: tanti, troppi pungitopo ovunque. In un tratto dove manca l’antico muretto a secco perdo anche la direzione salendo a un cumulo di massi, forse un vecchio ricovero. Poi ripresa la corretta via incrocio le mura di una piccola casetta mentre pian piano prendo un po’ di quota.

Primula

Antichi muretti a secco

Cumuli di qualche vecchia struttura

Ravano

Un blocco di calcare lavorato dalla natura

Ruderi di una vecchia casera

Il sentiero sbuca su una strada bianca. Un tornante e mezzo chilometro dopo questa si esaurisce ove inizia nuovamente il sentiero. Salgo i lati di una valletta ingombra di alberi e vegetazione, mentre alla mia sinistra delle strane formazioni rocciose che s’innalzano a semicerchio mi rubano l’attenzione.

Strada bianca a metà del percorso

Qui ha inizio la seconda parte del sentiero e dell’escursione

Paretine naturali poste a semicerchio si susseguono. Qui una di queste.

Fior di Stecco

Fior di Stecco

Elleboro Verde

Passato questo tratto resto in quota in direzione Nord/Nord-Est, mentre oltre ai pungitopo ora è pieno anche di rovi grossi e molto insidiosi. Trovo un’altra caseretta con il tetto in procinto di crollare definitivamente. Incuriosito ci giro attorno per poi proseguire.

Gli alberi lasciano brevemente intravedere il panorama verso la pianura

Stupende Primule

Altro masso dalle forme classiche del Carsismo

Ravano parte seconda: troppi rovi!

Altra casera abbandonata e prossima a crollare

Il tetto della casera ormai marcio

Casera

Oltre il sentiero migliora e comincio il saliscendi fra i “crep”, le vallette che qui solcano i pendii della montagna. Bellissima la vegetazione con i suoi muschi.

Finalmente fuori dai rovi e dai pungitopo

Fuori e dentro dai “crep”

Rigogliose vallette

Poi di colpo eccomi sul sentiero che salirebbe verso il bar da Stale. Lo prendo in discesa e così in meno di quindici minuti mi ritrovo all’auto.

Comincia la discesa verso Coltura

Violette Bianche

Autoscatto durante il giro

Il primo tornante della strada Coltura-Mezzomonte

Ultimo tratto di sentiero

Eccomi all’auto

Sentiero semi abbandonato, fatto per curiosità, ma se non verrà pulito di sicuro non ripeterò per tornare a casa con molti graffi e una maglietta bucata. Peccato, perché la zona è interessante, le fioriture del momento sono varie e spettacolari ed il giro con i suoi 260 metri di dislivello ed i 3,3 km sarebbe adatto a tutti.

Mappa dell’escursione

Vuoi la traccia GPS di questa escursione o maggiori informazioni a riguardo? Mandami una mail all’indirizzo ritornoao@gmail.com

Annunci

2 risposte a “Troi dei Crep (Polcenigo – PN)

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

  2. Pingback: Santissima (Polcenigo) | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...