Pala del Bo, relazione Decima-Cimpellin

RELAZIONE
via Decima – Cimpellin

Ripetitori: Fulvio Tuti e Marco Redolfi Riva, Enzo Corazzin e Andrea Favret

Data: 30 ottobre 2017

Zona: Dolomiti Bellunesi

Gruppo: Moiazza

Parete: Sud

Cima: Pala del Bo

Sviluppo: 245 metri

Dislivello: 225 metri

Pala del Bo, linea di salita

Pala del Bo, linea di salita

Per arrivare all’attacco si parte da passo Duran e ci si incammina verso il rifugio Carestiato lungo il sentiero. Poco prima d’arrivare alla struttura, quando questa si intravede fra gli alberi, risalire il ghiaione che scende dalla propria destra grazie a una traccia marcata e segnata con ometti. Questa porterà fino all’attacco della via, dove la parete della Pala del Bo risulta più alta.

Primo tiro. Salire seguendo il canale fin dove questo si restringe e diventa verticale (III). Salirlo per pochi metri per poi uscire a destra prima che la roccia diventi precaria (IV) e arrampicare lungo le belle placche fino a sostare su un mugo (III). 50 metri

Secondo tiro. Continuare verticalmente fino a una parete marcia (III) per poi seguirla verso destra (elementare) fino a quando un canalino con roccia buona permette di risalire verso sinistra fino ai mughi (II o poco più). Attraversare i mughi e per balze erbose puntare direttamente alla fessura camino che si intravede sulla propria destra (elementare ma prestare attenzione). 60 metri

Terzo tiro.  Portarsi sotto la strozzatura che da inizio al camino (II) e salire sulla parete di destra (IV) per poi entrare nell’ampia fessura che sale obliqua (III+) fino a oltrepassare una bel diedro che finisce su una cengia dove si trova la sosta (IV+). 35 metri

Quarto tiro. Salire ora sopra la sosta su roccia lavorata ma non solidissima (III+) per poi proseguire a piacimento fino a una comoda cengia (III con passi di IV evitabili). 35 metri

Quinto tiro. Traversare a sinistra usando l’evidente fessura obliqua per appoggiare i piedi (III) la quale dopo pochi metri diventa cengia (I). 15 metri

Sesto tiro. Continuare sopra la sosta su roccia strepitosa in grande esposizione stando esterni all’ampia fessura camino fino a quando questa fa una curva (IV), oltre si attraversa la spaccatura e si passa sull’altro lato per andare ancora verticalmente fino a dove s’incontrano dei blocchi incastrati (IV). Da qui si traversa a destra su bella placca (IV) fino a raggiungere un camino che sale tendenzialmente a sinistra e che porta all’uscita della via (III). 50 metri

Autoscatto

Per la discesa scendere per traccia lungo il pendio che degrada verso Est. Qualche ometto indica la strada. Costeggiare poi le pareti della Pala, deviando a destra e senza scendere tutte le ghiaie, per tornare all’attacco.

Note. Via logica ma non bellissima a causa della roccia spesso non eccelsa e per la presenza di erba e mughi su più tiri. Nella seconda lunghezza si può salire lungo il canale o appena alla sua destra fin quasi al suo termine (50 metri) per poi sostare e spostarsi successivamente sotto alla grande fessura (15 metri). Nell’ultimo tiro si può salire anche all’interno dell’ampia fessura, evitando l’esposizione e trovando un paio di chiodi. Oltre alla NDA utili corde da 60 metri.

Pubblicità

2 risposte a “Pala del Bo, relazione Decima-Cimpellin

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

  2. Pingback: Una bella giornata d’autunno in Moiazza | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...