Forcella Baldas skialp 2.0

E’ già passato più di un mese da quando i 4 del Clinto se n’erano andati a fare un’uscita di scialpinismo fino a forcella Baldas, quindi perché non tornare?! In pianura quasi nevica, dai 200 metri in su è già tutto bianco sopra la pedemontana pordenonese, ed il pericolo valanghe è alto quindi con Marco si opta per tornare lassù. La cosa non ci dispiace affatto ma quando arriviamo a Lesis, subito oltre Claut, quasi non crediamo ai nostri occhi: piove e la quota neve è 400 metri sopra di noi!!! Ma ormai siamo lì, non desistiamo e con sci e scarponi nello zaino iniziamo la salita dentro al nostro guscio in gore-tex.

Ma la neve dov’è?

Dopo il primo lungo tratto fra sassi bagnati e fango del sentiero CAI 960a, ecco finalmente la carrareccia che porta al rifugio Casera Pradut coperta dalla coltre bianca. Ora possiamo pellare e di colpo la pioggia si trasforma in nevicata. Il manto si fa via via più consistente, fino ai circa 50 centimetri in casera. Una pausa e riprendiamo a salire.

Finalmente la neve

Finalmente possiamo indossare gli scarponi e salire con gli sci ai piedi

Lungo la strada imbiancata

Un tratto di strada e poi deviamo a sinistra seguendo le tracce ormai coperte degli altri scialpinisti che ci hanno preceduto qualche giorno prima. Nevica sempre di più e noi affondiamo sempre di più. La fatica è sempre maggiore e sull’ultima rampa prima della forcella accuso anche un crampo al polpaccio. Marco torna in testa per batter traccia e finalmente siamo nel punto più alto della giornata.

Incanto bianco

Il piacere della montagna

Uno sguardo alla traccia fatta

Ultimo tratto di salita

Dopo il classico selfie sotto una fitta nevicata ha inizio la sciata. Scendiamo veloci, galleggiando sugli sci, e la neve è talmente soffice che ci rallenta come non mai. Ma il tutto è piacevole e quando giungiamo alla Pradut non ci fermiamo e filiamo rapidi fuori pista nel il bosco. Possiamo disegnare le nostre curve a piacimento ma poi di colpo ecco la strada.

19 marzo 2018, selfie assieme a Marco a forcella Baldas

Sciata nella neve fresca

Sciatona in neve fresca

Sciando nel bosco

Facciamo volentieri l’ultimo tratto con gli sci prima di dover rimettere il tutto sullo zaino per scendere fino alla macchina a piedi, ma ormai il più è fatto e con la bella discesa effettuata siamo comunque felicissimi e appagati nonostante la sorpresa di non partire e tornare con le tavole ai piedi.

Ultimo tratto, si scende come s’è saliti, ovvero camminando

Pubblicità

Una risposta a “Forcella Baldas skialp 2.0

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...