Il vento non può essere catturato dagli uomini

“Da Venezia all’Himalaya una storia Sherpa”, così si legge nella copertina del libro. Quando si prende in mano questa pubblicazione già si pensa alla montagna, delle alte cime che toccano le quote dove solitamente gli aerei di linea volano e dove l’aria è così rarefatta da piegare i più forti alpinisti. Si pensa ad imprese di scalate al limite o a quei portatori che noi comunemente chiamiamo Sherpa senza sapere che in realtà ci si riferisce a uno dei vari gruppi etnici del Nepal. Però questo libro solo sfiora queste tematiche. I vari capitoli ruotano attorno alla montagna, la grande passione di Marco, ma questa si potrebbe meritare solo un Oscar come attrice non protagonista perché il fulcro di tutto non gira attorno a lei ma attorno al viaggio.
Oddio, non volevo scrivere che tutto gira attorno al viaggio perché è stato detto e ridetto da chi ha già recensito il libro, ma è così. Una cosa però: nei vari capitoli si parla sempre di viaggi ma ben si capisce che il tutto nasce prima. Nasce dall’immensa voglia di scoprire e di conoscere quello che c’è sconosciuto, una curiosità che a Marco è rimasta e sembra quella dei bambini che devono andare, vedere, toccare, sentire, assaggiare tutto ciò che li circonda. Una curiosità sana, dove oltre ai luoghi da cartolina si mettono in risalto quelli sconosciuti ai più, si mettono in risalto le persone, le storie che queste hanno da raccontare. Si potrebbe quasi coniare un nuovo termine con “curiosità etica”, una curiosità da vero viaggiatore e non una curiosità da turista dove si cerca la foto da portare a casa a far mostrare agli amici o da condividere sui vari social network.
La voglia di conoscenza è stata ed è grande in Marco e qui lui vuole riproporre al lettore le sue avventure, come un moderno Marco Polo che vuole viaggiare per il gusto di placare la sua fame di conoscenza entrando in punta dei piedi in quelle culture che a noi paiono lontane.
Una lettura mai banale ma allo stesso tempo scorrevole e piacevole, che non stanca e di certo non annoia né l’amante della montagna né tanto meno chi la montagna non la frequenta; ma rimane soprattutto un libro che fa riflettere, che sa far stringere lo stomaco e commuovere, come fa altrettanto sorridere e ridere. Insomma, Marco, grazie per questo libro che ci fa vivere delle incredibili emozioni pensando d’essere lì vicino a te in quegli istanti che hai vissuto.


Non fatevi assolutamente mancare la lettura di questo libro!
Il costo di copertina è di Euro 19,50 ma nel caso in Amazon si può trovare ad un prezzo più vantaggioso. Qui il link.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...