Battuti dal vento

Prima uscita di questo 2019 che è iniziato senza neve. La voglia di mettere i ramponi è tanta e quindi medito un posto che me ne dia la possibilità. La scelta però è difficile: penso alla Tofana di Rozes ma poi guardando il meteo devo escluderla. Le previsioni danno molto freddo e cielo limpido, il che sarebbe perfetto, ma questo per effetto del vento di Foehn che arriva da Nord con raffiche che vanno oltre i 100 km/h in quota. Sposto la scelta quindi alla cima della Forca Rossa dietro il Pelmo o, per lo meno, alla forcella che ne prende il nome e che con neve è una classica dello scialpinismo. Con me il Miki alla sua prima uscita con i ferri ai piedi, ma mi sembra molto indicata vista la modesta difficoltà. Partiamo prestissimo e siamo al parcheggio dove si lasciano le auto per andare al rifugio Città di Fiume che è ancora buio e la volta celeste è uno spettacolo di stelle luccicanti.

Risaliamo la val d’Arcia stando a destra, zigzagando e seguendo alle volte una vecchia traccia sulla neve di qualcuno che aveva approfittato delle nevicate di fine novembre e inizio dicembre per fare una discesa con gli sci. Oggi questa sarebbe impossibile. Andiamo su con calma anche perché l’amico deve imparare a muoversi in maniera sempre più fluida. Intanto il freddo non accenna a diminuire mentre il vento, man mano che saliamo, si fa via via più forte. Il sole illumina le cime che ci stanno dietro, regalando uno spettacolo unico, ma sappiamo che noi non potremmo godere dei sui raggi.

Ci ritroviamo a un centinaio di metri sotto all’imbocco del canale che porta alla fessura fra Pelmo e Pelmetto. Deviamo ora a sinistra, dove il nevaio sulle ghiaie ha creato una conca. Quasi in piano raggiungiamo il pendio che s’alza verso il canale cieco che precede quello che sale verso la nostra meta. La pendenza si fa sentire di colpo e ora bisogna proseguire con la picca in mano e a passo incrociato con le punte d’acciaio che tengono su un fondo perfetto. Potremmo scendere nel punto più basso e risalire facendo una semplice camminata ma preferisco non farlo e tagliare in obliquo. Michele adesso è qualche decina di metri indietro e per ben due volte ci dobbiamo fermare per il Foehn che ci viene addosso di colpo, con il solo preavviso della neve alzata dalle creste che prima s’alza e poi piomba giù veloce come non mai. Di colpo ecco di nuovo forcella Val d’Arcia, che non riuscivo a vedere nell’ultimo tratto, e dopo alcuni passi posso guardare anche la parte bassa del canale che dovremmo risalire. Sto due o tre minuti ad osservarla e mi esce un “merda” prima di tornare verso il Miki. A causa del vento cade neve e ghiaccio in continuazione e reputo la continuazione troppo pericolosa. Raggiunto l’amico spiego la situazione, annuisce e prendiamo assieme la decisione di tornare verso la macchina. Sono sincero, ci resto un po’ male ma tutto sommato me la dovevo aspettare un’alta probabilità alla rinuncia.

Scendiamo questa volta sul lato opposto della valle, quasi dritti e cercando di ampliare le motivazioni sull’abbandono spinti dalle forti raffiche, ma l’unica verità sta nella poca sicurezza che c’era nel provarci. Pazienza. Il Civetta in compenso ci regala una vista incredibile, scacciando dalla testa il nostro piccolo fallimento.

Va beh, la salita è andata com’è andata, ma alla fine abbiamo passato comunque una bella giornata. Esperienza insegna, soprattutto per Michele che così è riuscito a mettere i ramponi e per cominciare a muoversi in questo terreno a lui sconosciuto; e alla fine un bombardino ce lo siamo comunque meritato!

Pubblicità

Una risposta a “Battuti dal vento

  1. Pingback: Lista trekking, escursioni e passeggiate | RITORNO ALLE ORIGINI·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...